Calcio a 5. “La Roglianese ripartirà  da zero” *

 

di Diego SICILIA *

TIRARE le somme di una intera stagione partendo dalla sconfitta di sabato significherebbe togliere valore a tutto quello che di buono i ragazzi hanno fatto in questo anno. Un Campionato di vertice, da protagonisti assoluti, con alcuni passaggi a vuoto, poi risultati decisivi in negativo, fisiologici in giocatori per la prima volta gravati e , forse, schiacciati, dalla "responsabilità  del primato in classifica", che però non si sono demoralizzati, mantenendo alta la concentrazione nella lotteria dei play-off, dove non hanno demeritato; ma, anche qui, due partite, con relativi episodi annessi, non rispecchiano il reale valore espresso in campo durante tutto l’arco del campionato. Non è stata una stagione facile, anche se dal punto di vista dei risultati risalta il contrario. Avevamo iniziato bene: solita armonia, solito entusiasmo, solito affiatamento, fino alla sconfitta interna con il Morelli. Il martedi successivo in allenamento succede quello che non mi sarei mai aspettato. Chi mi conosce sà  che non avrei MAI dimenticato le parole di quella sera. Il primo pensiero è di chiudere "baracca e burattini" e mandare tutti a casa … e c’è mancato davvero pochissimo! Con grande sforzo, sorprendendomi di come, forse, "l’avanzare degli anni" mi avesse portato un minimo di saggezza, anche ascoltando, ma non condividendo, il pensiero di Angelo Domanico e Piero Minardi, decido di mettermi tutto alle spalle e ricominciare come se nulla fosse accaduto. Il prosieguo di stagione, sportivamente parlando, è stato ottimo, confermando quanto di buono avevamo espresso fin dall’inizio e comprendendo anche l’amaro epilogo di sabato. Adesso servono quindici giorni di riposo per staccare la spina (il contachilometri della macchina ne segna 26.000 da inizio stagione, tra allenamenti e partite) e poi dalla metà  di giugno si comincerà  a preparare la nuova stagione, perchè la ROGLIANESE C’E’! E’ finito un ciclo: per decisione personale saranno svincolati tutti i giocatori. La Roglianese che verrà  ripartirà  da zero, ripristinando anche alcune regole basilari andate via via perdute in questi anni. I giocatori non avranno così alcun obbligo e saranno liberi, nel frattempo, di scegliere quello che riterranno meglio per le proprie aspirazioni e caratteristiche. La mia priorità  sarà  sempre rivolta a loro nella scelta del gruppo 2013, fissando una riunione dove saranno illustrate le linee guida della società , in modo da evitare eventuali equivoci e fraintendimenti come quelli successi.

Fonte: ASD Roglianese.

Data: 27 maggio 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com