Lsu-Lpu, l’USB incontra l’assessore Salerno. “Vigiliamo affinchè gli impegni vengano rispettati”

DOPO il sit-in di Reggio Calabria, davanti la sede del Cosniglio Regionale, che ha fatto registrare momenti di forte concitazione, l’Unione Sindacale di Base ha incontrato l’assessore regionale al Lavoro, Nazareno Salerno. Tema della iniziativa: la questione degli Lsu-Lpu. Più nello specifico il presente ed il futuro dei circa cinquemila lavoratori impegnati negli Enti locali calabresi. Durante il confronto con Salerno l’USB "ha sottolineato la necessità  di trovare soluzioni immediate per salvaguardare l’occupazione in Calabria, questo – hanno evidenziato i sindacalisti presenti – al fine di offrire maggiori servizi ai cittadini visto che gli Lsu-Lpu lavorano nei comuni calabresi. Abbiamo chiesto quale sia l’interesse di questa classe politica nei riguardi dell’occupazione, e soprattutto, quali pressioni si stanno attuando verso il governo centrale, per mantenere gli standard occupazionali, senza tergiversare nel trovare soluzioni alternative". L’Unione Sindacale di Base ha posto l’accento, quindi, sulla grave situazione occupazionale in Calabria e la necessità  di "politiche di lungo respiro per mettere in salvo gli oltre 8.000 disoccupati ed i senza lavoro della Calabria inclusi gli Lsu-Lpu, già  provati dalla crisi economica e sociale, non possiamo vivere alla giornata". "L’assessore – si legge in una nota dell’USB diffusa al termine dell’incontro – ha precisato che grazie al loro interessamento si è aperto un tavolo tecnico al governo centrale con la partecipazione di più ministeri dove sta studiando un sistema di accompagnamento dei lavoratori anziani al pensionamento, e per chiedere una deroga al governo per la stabilizzazione nei comuni dei lavoratori e poter garantire i contributi a detto personale. Qualche incertezza come USB la nutriamo, perché sappiamo bene per esperienza come l’istituzione di alcuni tavoli è servita solo a diluire i tempi della soluzione o peggio in alcuni casi per affossare il problema". "In conclusione – hanno precisato gli interessati – per bocca dell’assessore sappiamo che:

a) I soldi per l’occupazione si devono reperire
b) i soldi per il sussidio degli Lsu basteranno fino al 31 dicembre (dopo la firma della
convenzione con il ministero del lavoro) …poi si vedrà .
c) I soldi per gli Lpu ed Lsu (sussidi ed assegni lpu integrazioni lpu lsu) ad oggi basteranno solo
fino ad agosto … poi si vedrà ".

"Alla fine dell’incontro – conclude la nota – sempre per bocca dell’assessore, abbiamo appreso che “la Regione sta dalla parte dei lavoratori ed i soldi verranno recuperati nella Variazione di Bilancio che si farà  entro la fine di agosto … forse la prima settimana di settembre” …. bontà  sua! In conclusione alla Regione si vive assolutamente alla giornata. La USB continuerà  la sua battaglia senza aspettare i <miracoli> della Regione Calabria, ed invita i lavoratori a tenere alta la mobilitazione e a vigilare affinché gli impegni vengano rispettati".

Data: 26 giugno 2013.

Fonte: Unione Sindacale di Base – Federazione Regionale Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com