LsU-LpU Calabria, l’USB invita ad una nuova mobilitazione

CONTINUA la presa in giro da parte della Regione Calabria, che, dopo le promesse dell’assessore Salerno sulla reperibilità  dei fondi per la prosecuzione dei progetti fino al 31 dicembre, stanzia poche briciole: infatti, per arrivare a fine dicembre sono necessari 18 milioni, nell’assestamento di Bilancio ne sono stati, invece, previsti soltanto 1,5!!! Inoltre la BELLA SORPRESA!!! ci è stata tolta persino l’integrazione oraria delle 40 ore mensili. Dal 15 di Luglio secondo la strategia del Presidente Scopelliti e dell’Assessore Salerno tutti gli LSU-LPU  dovranno lavorare per sole 80 ore mensili e devono percepire soltanto il sussidio di € 572,00 – SIAMO ORMAI ALLA FAME. Adesso diciamo BASTA!!! Pensano davvero di poter continuare a prendere in giro i lavoratori riducendo le proprie famiglie alla  MISERIA, come si può vivere con le sole 572,00 euro mensili? E’ dunque questo il piano di stabilizzazione? FARCI MORIRE DI FAME!!! USB ritiene che tutto ciò non sia tollerabile oltre, per cui è davvero giunto il momento per i lavoratori, di farsi sentire e di  farsi rivedere.

“Ognuno è artefice del proprio destino”
IL SINDACATO USB INVITA, PERTANTO, TUTTI I LAVORATORI ALLA MOBILITAZIONE
DI MERCOLEDI 10 LUGLIO ALLE ORE 10:30
A REGGIO CALABRIA
DAVANTI
AL CONSIGLIO REGIONALE

Fonte: USB Calabria – Federazione Regionale.

Data: 09 luglio 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com