Dopo Marzi e Casole, pure a Cellara la ‘Casa dell’Acqua’

QUALITA’ del prodotto, rispetto per l’ambiente, innovazione. Il sindaco Mario Caferro si è detto soddisfatto per l’attivazione del dispenser di acqua (liscia e  frizzante) microfiltrata, avvenuta nei giorni scorsi a Cellara. Un progetto voluto dalla sua Amministrazione per offrire un servizio ai residenti ed ai numerosi fruitori molti dei quali diretti in Sila o nelle contrade circostanti. “Abbiamo reso migliore la nostra acqua, che di natura è già  di ottima, attraverso una iniziativa che mira al miglioramento della qualità  della vita e, nello stesso tempo, alla tutela ambientale. L’erogatore – ha spiegato il primo cittadino – consente il prelievo dell’acqua, favorisce un minore utilizzo di bottiglie destinate alla raccolta differenziata e, conseguentemente, la diminuzione dei costi legati allo smaltimento della palstica”. Il servizio è stato avviato a “costo zero”: la spesa per l’acquisto dei macchinari sarà  coperta dagli incassi mentre l’adeguamento della struttura nell’apposito spazio pubblico è avvenuto con meno di mille euro e, comunque, in economia. Il dispenser (nella foto) fornisce acqua fresca e purificata grazie ad un mini-impianto di microfiltrazione. Il sistema, sperimentato in altri due Comuni della provincia di Cosenza (Marzi e Casole Bruzio), ha già  ottenuto il gradimento della popolazione. “Vogliamo contribuire al benessere dei cittadini e costruire un futuro più sostenibile. La ‘Casa dell’Acqua’ – ha concluso Caferro – garantisce un servizio pubblico ad un costo irrisorio (solo 5 centesimi a litro) ed a km zero”.


Gaspare Stumpo


Data: 20 agosto 2013.



Ascolta la dichiarazione del sindaco di Cellara, Mario Caferro

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=YI7TuwDc7XM&feature=c4-overview&list=UUTzv5mZIZ6cjeK9tJizUJDg[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com