Bianchi, presentato ‘Pietre Scarlatte’ di Ciro Servillo

Per “Incontro con l’autore” è stato presentato “Pietre scarlatte” di Ciro Servillo, Comet Editor Press. Alla manifestazione promossa dal Comune di Bianchi, assessorato alla Cultura che si è svolta in Piazza Matteotti, hanno preso parte l’assessore Pasquale Taverna, Antonio Simarco, docente di drammatizzazione, Leonardo Falbo, docente e scrittore e l’autore Ciro Servillo. Il testo racconta la drammatica storia d’amore tra due giovani, Enrico, nobile e Assunta una popolana. Ha coordinare l’evento culturale è stato Antonio Simarco che ha espresso apprezzamento per le iniziative culturali a Bianchi. Il romanzo, per Simarco è scritto con un linguaggio poetico, passionale ed evidenzia un attaccamento alla terra del Savuto. L’assessore Taverna ha evidenziato l’azione culturale intrapresa e portata avanti con passione, tenacia e interesse insieme al gruppo biblioteca e ricordato che al momento è in attivazione il progetto “Polo SNB” catalogazione dei settemila volumi che compongono la biblioteca comunale allestita nell’arco di quattro anni, Wi–Fi zone (collegamento gratuito a internet) e la convenzione stipulata con Rotary Club Rogliano per la traduzione gratuita delle pergamene del 500-600 del museo “Accattatis”. Per Falbo il modo migliore di presentare un libro è di invitare a comprarlo. Intenso e profondo l’intervento di Falbo, che ha detto “La memoria non è nostalgia” e sostenuto che in un momento in cui si pubblica di tutto, il libro di Servillo assume una connotazione “profonda, importante” il cui testo mostra un notevole sfondo storico-antropologico locale. La storia di Enrico e di Assunta, aggiunge Falbo, a cavallo   del periodo post-Unitario e mescolata con le usanze del tempo e le condizioni sociali di una comunità  povera e uomini di potere trasformista, rappresenta una Calabria fatalista. Servillo, nel ringraziare per l’ospitalità  e l’interesse per il suo libro, ha ricordato alcuni colleghi e vicende rimasti nel suo cuore di quando era giovanissimo insegnante elementare a Bianchi. L’autore, con passione ed enfasi ha parlato di “Pietre Scarlatte” e raccontato attraverso la storia d’amore di Enrico e Assunta, i soprusi ma anche i sogni della gente, le condizioni di vita e drammi del tempo della povera gente del Savuto.

Pasquale Taverna

Nella foto: Taverna, Simarco, Falbo e Servillo.

Data: 29 agosto 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com