Lezioni al via. Caligiuri: “la Regione sta cambiando la Scuola e la Cultura”

"IN BASE ai dati raccolti dall’INVALSI, nel 2009 le prestazioni scolastiche degli studenti calabresi erano il 10 per cento in meno rispetto alla media nazionale. Nel 2013 siamo sostanzialmente in linea con quanto accade nel resto del Paese". E’ quanto ha dichiarato questa mattina (ieri, ndr) l’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico regionale, dove ha rappresentato il Presidente Scopelliti assente per un impedimento. La manifestazione si e’ svolta presso il Liceo "Capialbi" di Vibo Valentia ed e’ stata introdotta dai saluti del Sindaco della Citta’ Nicola D’Agostino, del Dirigente Scolastico dell’Istituto Michele Piraino, del Dirigente Scolastico Provinciale Filippo De Masi, della rappresentante della Consulta degli studenti Claudia D’Astoli, mentre le conclusioni sono state svolte dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Francesco Mercurio, ricordando gli importanti numeri della scuola calabrese (296 mila studenti e 40 mila docenti e amministrativi) ha ribadito la grande sinergia che si e’ sviluppata in questi anni tra Ministero dell’Istruzione e Regione Calabria con risultati visibili e concreti. Nel corso del suo intervento, Caligiuri ha evidenziato quelle che saranno le politiche scolastiche regionali nel prossimo anno e nella imminente programmazione comunitaria: il rapporto scuola e lavoro (potenziamento degli Istituti Tecnico Superiori e avvio dei Poli Tecnico Formativi), la qualita’ del sistema (individuare e valorizzare le eccellenze scolastiche), l’aumento delle abilità  di base (potenziamento delle capacità  di lettura, matematiche e scientifiche, attraverso il coinvolgimento più diretto dei docenti), l’uso didattico della tecnologie (formazione degli insegnamenti e dotazioni tecnologiche), le ricerche sulle modalità  di apprendimento (ulteriore ricerca per incrociare nuove tecnologie e nuove professioni), la promozione della cultura scientifica (attraverso il coinvolgimento dell’Accademia di Nanogagliato, promossa dallo scienziato Mauro Ferrari), le politiche sulla lettura (anche quest’anno partecipazione al Salone del Libro di Torino e i libri dello scrittore Mimmo Gangemi materia di studio nelle scuole calabresi), la dimensione multiculturale (con il proseguimento dell’esperienza formativa degli studenti egiziani, ampliata a quelli iracheni e liberiani), la valorizzazione dell’insegnamento musicale (messa in rete dei licei musicali calabresi e integrazione con i conservatori), il dimensionamento e i nuovi indirizzi scolastici (le procedure sono state gia’ avviate per concludersi entro il 31 dicembre) e poi ancora lo sblocco dei fondi per l’edilizia scolastica (si tratta dello sblocco di 123 milioni di euro per 455 interventi gia’ individuati) e la programmazione comunitaria 2014-2020 (che valorizza le politiche finora svolte e intendere dare continuità  a progetti quali quello sull’educazione all’archeologia "Calabria Jones" e di ampliamento del tempo scuola nei comuni ad alta densità  criminale "Una scuola per la legalità "). Caligiuri, ricordando che il Presidente Scopelliti ha posto la scuola a centro del suo programma politico, ha concluso sostenendo che "la Calabria in questi anni sta cambiando profondamente attraverso la scuola e la cultura, preparando oggi la Calabria di domani". La manifestazione e’ sta conclusa dall’esibizione dell’orchestra del Liceo "Capialbi" diretta dal maestro Vincenzo Pasceri. Alla manifestazione hanno presenziato il prefetto Giovanni Bruno, il questore Angelo Carlutti, il vescovo Luigi Renzo, il procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo, il comandante provinciale dei Carabinieri Daniele Scardecchia, il comandante provinciale delle Guardia di Finanza Paolo Valle, il comandante della capitaneria di Porto Paolo Marzio, il Vice Commissario della Provincia di Vibo Valentia Francesco Massidda, il deputato Bruno Censore, il consigliere regionale Pietro Giamborino, l’ex senatore Francesco Bevilacqua, il presidente provinciale di Confindustria Antonio Gentile, il Presidente Regionale dei Giovani Industriali Mario Romano, i segretari regionali del comparto scuola Ennio Guzzo della Cisl, Nicola Vacatello dell’ UIL e Francesco Scopacasa dell’Associazione Nazionale Presidi, oltre ai dirigenti scolastici della provincia.

Fonte: caligiuri.it

Data: 17 settembre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com