Sanità , l’Asp di Cosenza convoca i sindaci dei Distretti

CONTINUA l’attività  di pianificazione e programmazione svolta in quest’ultimo anno dal Direttore Generale Dr. Gianfranco Scarpelli. Nei prossimi giorni a partire dal 7 Ottobre 2013 e fino all’11 Ottobre 2013, sono state convocate le Conferenze dei Sindaci dei nuovi Sei Distretti Sanitari al fine di discutere circa la nuova organizzazione della Continuità  Assistenziale-Guardia Medica in applicazione del Decreto 94/2012 e del Protocollo che dovrà  essere stipulato tra l’ASP di Cosenza ed i vari Comuni per la realizzazione del Programma di Coesione Sociale per il quale sono previsti finanziamenti finalizzati. Certamente questi incontri saranno l’occasione per comunicare le iniziative messe in cantiere dalla Direzione Strategica nel tentativo di garantire prestazioni sempre migliori ai Cittadini. Infatti la gestione del Dr. Scarpelli si sta caratterizzando per una conduzione nel rispetto della legalità  e della trasparenza  degli atti nonostante le gravi difficoltà  riscontrate in questa Azienda.

Purtroppo l’ASP di Cosenza si trova in una situazione di grave difficoltà  per una serie di fattori che il Direttore Generale sintetizza in:
1) Grave deficit finanziario ereditato che è stato corretto ed infatti si è passati da 117 milioni di Deficit del 2011 ai 40 milioni previsti del 2013 con notevole sacrifici e grazie ad un processo di riorganizzazione e razionalizzazione di tutte le attività ;
2) E’ stata ereditata una Azienda in una situazione disastrosa e di grave disorganizzazione in cui non erano stati effettuati investimenti in attrezzature e tecnologie negli ultimi dieci anni con la conseguenza di avere a disposizione una dotazione di attrezzature obsolete e in continua manutenzione con la più giovane con almeno 15 anni di attività ;
3) Obblighi di Bilancio molto restrittivi con impossibilita’ finora di effettuare adeguati investimenti per offrire prestazioni appropriate e necessarie per dare risposta ai bisogni dei cittadini;
4) Blocco del turnover con impossibilità  di fare assunzioni di quel Personale necessario per garantire prestazioni specialistiche e nel contempo attivare Unità  Operative previste ,ma che richiedono Dirigenti Medici che non sono presenti nella nostra Azienda in cui si è passati da circa 7500 dipendenti del 2010 a 5500 dipendenti ad oggi.

L’attuale momento difficile ed imprevedibile fino a pochi anni fa, con notevole difficoltà  nel garantire tutte le prestazioni ai Cittadini che molte volte non trovano risposte ai loro bisogni necessita una stretta e continua collaborazione tra tutte le Istituzioni essendo l’obiettivo comune e non sono accettabili le strumentalizzazioni o i comportamenti opportunistici utilizzati per coprire problematiche interne. Tutti abbiamo l’obbligo di fare fronte comune evitando le disinformazioni o gli inutili allarmismi che non fanno altro che aumentare la sfiducia, mentre è necessario ricostruire un rapporto di fiducia e di credibilità  nelle strutture sanitarie da parte dei Cittadini. L’ASP di Cosenza dopo aver adottato tutti i provvedimenti per il risanamento economico-finanziario e definito ed avviato le procedure per la riorganizzazione Aziendale ha iniziato un percorso di programmazione finalizzato al rinnovamento Tecnologico, alla ristrutturazione più urgente degli Ospedali, al rafforzamento della Medicina Territoriale. Infatti dopo avere istallato le nuove TAC negli Ospedali di Acri, San Giovanni in Fiore, Praia a Mare, Paola, Trebisacce, Corigliano si stanno completando le procedure per l’affidamento dei lavori per l’istallazione delle TAC a Rende, Cetraro e Rossano e per l’istallazione delle Risonanze Magnetiche a Cetraro, Praia a Mare, Rossano, Acri, Rende. Inoltre nei prossimi giorni saranno consegnati i nuovi Ecografi Multidiscipilnari di alta tecnologia negli Ospedali di Cetraro, Paola, Rossano, Corigliano e Poliambulatorio di Rende. L’ASP è riuscita ad acquistare tramite CONSIP i Mammografi che verranno istallati negli Ospedali Spoke di Castrovillari, Cetraro/Paola, Rossano/Corigliano, Ospedale di San Giovanni in Fiore, CAPT di San Marco Argentano, Poliambulatorio di Rende. Anche con la CONSIP si provvederà  all’acquisto dei Telecomandati  che verranno istallati in tutte le Radiologie degli Ospedali Spoke attualmente dotati di apparecchi con almeno quindici anni di funzionamento. L’ASP di Cosenza finalmente è in regola con tutti i pagamenti nei confronti degli erogatori privati i quali hanno tutti sottoscritto i relativi contratti con il Budget assegnato e sono sempre più continui e frequenti  i controlli sull’appropriatezza delle prestazioni sanitari. Si sta cercando di passare da una Sanità  Ospedale-Centrica ad una Sanità  che abbia al centro il Paziente con i suoi bisogni da soddisfare in modo appropriato attraverso procedure assistenziali e diagnostiche presenti sul Territorio e possibilmente più vicino possibile al domicilio del Cittadino. Grande consenso sta riscuotendo il Progetto dei Nuclei di Cure Primarie con i Medici di Famiglia con circa 300 Codici Bianchi effettuati giornalmente e con più di Diecimila Indagini Diagnostiche effettuate per il controllo delle Patologie Croniche dall’inizio dell’attività  a Febbraio 2013 al 31 Agosto 2013. Infatti il Segretario Nazionale Dr. Giacomo Milillo nell’Incontro svoltosi sabato 21 settembre a Crotone oltre ad aver elogiato l’attività  svolta dal Dr. Scarpelli, ha dichiarato che tale progetto è  stato portato all’attenzione anche della Conferenza Nazionale Stato-Regioni in quanto rappresenta un modo innovativo per migliorare la Assistenza Territoriale. E’ notevole lo sforzo che si sta realizzando e mai come in questo momento è indispensabile una collaborazione leale ed un confronto paritario da parte di tutte le Istituzioni per raggiungere gli Obiettivi di Salute comuni a tutti e non più derogabili per dare le appropriate risposte ai cittadini.

Data: 23 settembre 2013.

Fonte: Asp Cosenza – Direzione Generale.

Nella foto: il Distretto Sanitario di Rogliano (Asp Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com