“Il successo di Pippo Franco? L’unione fa la forza” *

di Federica CALABRESE *

LA MANIFESTAZIONE (la IV^ edizione della Pro Loco in Festa, ndr) porta dietro di se già  anni di conferma … . Il primo anno con i Manera Latina, poi con Mimmo Palermo, dopo ancora con una cover band di De Andrè. Naturalmente quest’anno abbiamo ingrandito la sua portata con la personalità  nota dell’artista Pippo Franco. Per noi è stata una soddisfazione vedere il campo sportivo del nostro paese (nella foto) così affollato di gente che è accorsa da tutti i paesi limitrofi e non solo. Forse il successo è dovuto al personaggio tv a tutti noto, ma anche all’impegno di noi soci di aver compreso cosa il paese cercava, cioè i ragazzi. Sono loro il nostro punto di ri-partenza. Infatti, un anno fa insieme ai soci abbiamo deciso di riprendere un vecchio progetto di un altro presidente il quale prevedeva il coinvolgimento di ragazzi attraverso la musica e la poesia, la differenza che ha contraddistinto questo percorso è stata la valenza sociale, di cui i ragazzi sono stati messaggeri: la mafia. E da qui che i giovani insieme alle famiglie si sono affezionati all’Associazione. La giornata di sabato (21 settembre 2013, ndr) è partita in poco tempo, nessuno credeva che Pippo Franco ci sarebbe stato, infatti mentre mettevamo su, insieme ai soci, l’idea dei giochi popolari per ‘Santa Liberata’ – guardando tra vecchie email ne trovai una di questo inverno dall’UMPLI che mi rispondeva ad una mia curiosità  sulla possibilità  di avere il contatto diretto con Pippo franco. Così decisi di telefonare … . Ebbene, quella conversazione telefonica mi sorprese perché non credevo fosse possibile che un personaggio noto fosse così “alla mano”. Da quel momento è partita la nostra macchina da lavoro. L’idea alla base è stata quella di soddisfare tutte le fasce d’età , infatti il progarmma prevedeva nel pomeriggio il saluto a tutti i bimbi di “Topolino” il personaggio della Disney, a seguire la Cover Band di Ligabue “Banda destino zero” (che è piaciuta molto) e per concludere il grande Pippo! Abbiamo puntato molto sul luogo dell’evento punto di passaggio ma anche di rischio. Non nego il timore di non riuscire a riempire tutto quello spazio per noi quasi immenso; però lavorare nello stand e vedere pian piano come il campo si riempiva è stata una grande soddisfazione e lo è stata ancora di più quando Pippo Franco ha raccontato sul palco la storia del nostro contatto. Sentire davanti ad una platea di gente il mio nome è stato emozionante e soddisfacente, ma lo è stato ancora di più quando nello stesso istante è partito l’urlo dei “nostri” ragazzi che da sotto il palco gridavano il mio nome! A fine serata i ringraziamenti dell’Associazione (Pro Loco di Santo Stefano di Rogliano, ndr) al comico con una targa ricordo consegnata del vicepresidente Franco Spina e la consegna del presidente Federica Calabrese della targa della Provincia e di una “sanguigna” Wilma Pipicelli, Ambasciatrice dell’Arte pretiana; a seguire il gagliardetto del Comune consegnato del sindaco Antonio Orrico che ha lodato l’iniziativa. E’ stata una grande sfida che abbiamo vinto insieme ai ragazzi, dico questo non per vanto, ma per l’affetto e la riconoscenza che su facebook e per strada abbiamo ricevuto. Le idee per il futuro ci sono, sicuramente per il periodo natalizio l’Associazione si impegnerà  nel trattare una tematica nel sociale oramai impegno fisso che la Proloco di Santo Stefano compie con piacere da un paio di aanni, poi quel che sarà  vedremo! L’importante e riuscire a collaborare in armonia con tutti perché solo così facendo si possono creare belle iniziative, io dico sempre ai ragazzi: <<l’unione fa la forza>> beh forse sabato sera il mio pensiero si è confermato.

* Presidente Pro Loco di Santo Stefano di Rogliano (Cosenza).

Data: 24 settembre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com