“Altri medici a Cosenza”. Gallo scrive a Gangemi

IL SINDACO di Rogliano, Giuseppe Gallo, ha inviato una lettera al direttore dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Paolo Maria Gangemi, nella quale ha parlato di “pervicace accanimento contro il S. Barbara”. A giudizio del primo cittadino, infatti, i residenti dell’area sud di Cosenza "rischiano la vita perché non sono più garantiti i minimi livelli di assistenza sanitaria”. Gallo ha chiamato in causa ancora una volta i vertici dell’Azienda ospedaliera bruzia circa la situazione del nosocomio roglianese (nella foto) che, alla luce del processo di razionalizzazione dei servizi sanitari, avrebbe ridimensionato oltremisura le attività della struttura. “Altri medici chirurghi sono stati trasferiti a Cosenza, nonostante le tante rassicurazioni. Di fatto – ha riferito il sindaco – non è più possibile garantire i turni né il funzionamento degli ambulatori e di altri servizi indispensabili. Tutto questo mentre nei reparti piove senza che nessuno intervenga, con conseguenti ed immaginabili disagi per i pazienti ed i dipendenti, ormai sempre più <eroici> nel voler continuare a svolgere il loro dovere in condizioni sempre più degradanti”. Il sindaco di Rogliano ha evidenziato anche lo stato del 118 (“una sola ambulanza”) in un territorio vasto e difficile dal punto di vista orografico. “Riteniamo – ha scritto – sia chiaro ormai a tutti che si sta continuando a prendere in giro le popolazioni del Savuto con annunci di potenziamento del S. Barbara da parte del Governatore Scopelliti, quando invece è di tutta evidenza l’intento – nemmeno troppo nascosto – di lasciar morire lentamente il nostro Ospedale”. Gallo ha chiesto quindi a Gangemi “di intervenire con la massima urgenza ripristinando le condizioni necessarie dirette a garantire le attività ospedaliere” – anticipando, qualora ciò non accada – la riapertura della vertenza “per ristabilire – ha poi concluso – un minimo di dignità, di rispetto istituzionale e chiarire, una volta per tutte, il ruolo del S. Barbara nell’Azienda ospedaliera di Cosenza”.


Gaspare Stumpo

Data: 03 ottobre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com