Operazione contro doping, l’Asp di Cosenza si costituisce parte civile

"Si costituisce parte civile lAzienda Sanitaria Provinciale di Cosenza contro gli autori della truffa rilevata dai Nas del capoluogo bruzio nella maxioperazione “Ganimede” contro il doping e il commercio illecito di ormone somatotropo  nelle palestre di diverse province del sud.  L’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, vigile e accorta nella farmaceutica aziendale, manifesta il proprio apprezzamento per l’azione dei NAS e della Procura di Cosenza per la  sensibilità e la puntualità mostrate in campo. La costituzione parte civile dell’ASP di Cosenza è determinata:
– dall’utilizzo illecito di propri ricettari sottratti alla Medicina di base, per la prescrizione di farmaci succitati a pazienti anche deceduti,  e la compilazione di ricette SSN firmate da medici all’oscuro di tutto o addirittura inesistenti;
– al danno erariale che la prescrizione di tali farmaci ha prodotto quantificabile  in circa un milione di euro.

L’ASP di Cosenza grazie all’opera meritoria dei Servizi Farmaceutici aziendali continua l’azione già svolta in questi due anni di vigilanza, monitoraggio e controllo dell’appropriatezza prescrittiva in collaborazione con i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta".

Data: 09 ottobre 2013.

Fonte: ASP di Cosenza – Direzione Generale.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com