Problemi del territorio, domani flash mob a Catanzaro

VENERDI’ prossimo si svolgerà a Catanzaro un Flash Mob, con assembramento dei lavoratori del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, dell’Inps, Inail, Agenzie Fiscali, Tribunale e che avrà lo scopo di mettere in pratica un’azione di protesta insolita. USB coordinamento di Catanzaro invita tutti gli organi di Stampa a partecipare a questa iniziativa in programma il giorno 11 ottobre alle ore 12.00, in Piazza Prefettura, anche per importanti comunicazioni. L’occasione del Flash Mob, ci porterà ad incontrare i cittadini e ci darà la possibilità di approfondire i problemi di questo territorio. Sarà, anche l’occasione per parlare dei problemi generali del Corpo Nazionale VV.F. dei servizi ai cittadini attraverso gli uffici territoriali, che ogni giorno vengono ridimensionati e delle prospettive future di riduzione della macchina dello stato in periferia. Ma, soprattutto, USB vuole raccogliere le idee e le proposte di ognuno, per trovare insieme le risposte alle domande che più ci assillano. Infatti, noi ci chiediamo come lo Stato pensa di poter assicurare il soccorso ed i servizi  in questo territorio se:
– ogni spending review e patto di stabilità taglia risorse in modo lineare;
– vengono chiusi definitivamente strutture sanitarie (ben 17 Ospedali chiusi in Calabria) ed interi reparti, mentre il piano sanitario presentato dal nostro “Grande Governatore”, viene bocciato con pesanti conseguenze economiche sui cittadini (aumentano le tasse regionali);
vengono tagliata soldi all’Inps, all’Inail, alle Agenzie Fiscali, cosicché i servizi ai cittadini sono sempre più difficili;
– la scuola pubblica statale viene smantellata, mentre viene finanziata quella privata;

Il territorio viene aggredito continuamente e l’intera area provinciale catanzarese è diventata una discarica di immondizia; infatti, al posto di aziende municipali che costruiscano impianti di riciclo per risparmiare i soldi di smaltimento in discarica, e magari guadagnarci nel vendere i materiali o l’energia prodotta, abbassando le tariffe di smaltimento, si favoriscono le discariche private senza sicurezza che siano a norma per prevenire le infiltrazioni di percolato di rifiuti e facendo dell’Italia e della nostra regione il fanalino di coda dell’Europa per la differenziata.

Data: 10 ottobre 2013.

Fonte: Unione Sindacale di Base – Federazione Regionale Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com