Arcavacata, il Consiglio degli studenti discute di trasporto pubblico

SI E’ SVOLTA ieri (nei giorni scorsi, ndr) la seduta del consiglio degli studenti dell’Università della Calabria, con convocazione di tutti gli studenti eletti nei vari dipartimenti presso la sala stampa del campus di Arcavacata, i quali sono stati chiamati alla valutazione e alle decisioni di importanti punti all’o.d.g.. In particolare ha suscitato un forte interesse il punto riguardante il trasporto pubblico. La discussione articolata in più parti ha avuto come ospite e relatore il prof. Demetrio Festa, il quale ha relazionato tale argomento, sintetizzando le problematiche e le possibili strade di soluzione per i trasporti pubblici. Numerosi anche gli interventi degli studenti, che si dimostrano sempre di più attenti a tali problematiche sociali, e tra gli altri spicca l’osservazione fatta dai consiglieri di RDU, i quali tramite il loro portavoce, il consigliere Bruno, hanno espresso un particolare risentimento sulle problematiche di tale tema, sottolineando con dati alla mano, gli innumerevoli squilibri di bilancio che negli anni scorsi hanno causato questa situazione. “Il problema risale a molto tempo addietro” sottolineano nella nota i consiglieri di RDU “anni in cui una cattiva gestione regionale, scellerata e personalistica ha alimentato un sempre più crescente stato di degrado sociale e dei servizi. Importanti segni di ripresa nel settore dei trasporti pubblici, li abbiamo potuti vedere solo negli ultimi anni, in cui una politica attenta e razionalista, sotto l’attenta guida del già consigliere ai trasporti On. Orsomarso, sta riorganizzando al meglio un settore che presenta i primi segni di ripresa”. Chiare e precise le parole del gruppo RDU, che con cifre e dati alla mano hanno spiegato e chiarito al meglio il problema, che dopo un ampia discussione si era concentrato sulle competenze della Regione e sui ruoli che essa svolge. Che gli studenti abbiano un contatto diretto e senza intermediari, questo è il messaggio che fuoriesce dalle stanze del consiglio, ed a proporsi come tramite sono proprio i consiglieri RDU, che amplificano il discorso sottoponendo sia il comune di Cosenza e di Rende e soprattutto il Dipartimento dei Trasporti della Regione Calabria, verso un concetto di area urbana che preveda un’unica grande area con annesse realtà quali, oltre Cosenza e Rende, anche Castrolibero, Montalto e tutti gli altri paese limitrofi all’asse Cosenza – Rende. Sono, appunto,queste le motivazioni dell’incontro di ieri con l’avvocato Giovanni Quintieri , Presidente della Commissione Trasporti al Comune di Cosenza.Crediamo in una Cosenza nuova ed in una università a 360 gradi, in cui non solo gli studenti residenti nel campus siano serviti dei mezzi pubblici, ma anche e soprattutto i numerosi studenti che vivono nelle proprie case familiari, ma che non vogliono o non possono essere auto muniti.

Data: 11 ottobre 2013.

Fonte: Associazione RDU (Rinnovamento Democratico Universitario).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com