Carpanzano, rivive il ‘Paese delle Castagne’

AIUTATI in modo insperato dal bel tempo, sabato 19 ottobre 2013 i carpanzanesi hanno allestito con successo  la “SAGRA 2013 DELLA CASTAGNA” – consapevoli che l’organizzazione di eventi legati ai prodotti ed alle tradizioni locali è l’unico modo per superare le difficoltà e l’ isolamento che sta soffocando il loro paese. Nel caso specifico il problema maggiore continua a darlo la CINIPIDE, un parassita che sta distruggendo tutti i castagneti che circondano Carpanzano e che si sta disperatamente cercando di combattere con tutti i mezzi possibili. Questo perché in piena crisi economica, da qualche decennio è venuta a mancare alla popolazione quella risorsa che da sempre era stata un vanto ed un primato: la castanicoltura! Sono lontani i tempi in cui i TIR venivano dal nord e ripartivano pieni di “castagne pilate” acquistate da tutte quelle famiglie che l’avevano prodotte e messe da parte! Era la principale forma di reddito locale, ognuno impegnandosi ricavava un po’ di soldini! Con la messa in cantiere della Sagra della Castagna i carpanzanesi, coordinati dalla Pro-loco, sicuramente hanno voluto dimostrare che considerano  transitorio il cattivo momento che stanno attraversando e la loro volontà di superarlo. Aiutati magari dal miglioramento della situazione viaria, altra spina nel fianco! L’operato del presidente della Pro – Loco di Carpanzano Luigi PONTERIO e di tutti i suoi collaboratori va giusto in questo senso, iniziative su iniziative stanno portando il nome di Carpanzano all’attenzione dei Media e quindi, quanto prima, i risultati verranno! Tornando alla manifestazione di sabato scorso, essa ha rispettato la scaletta degli anni precedenti: visita delle scolaresche ad una “casella” di località Manche con dimostrazione di castanicoltura tradizionale; apertura degli stand espositivi e gastronomici in Piazza Madonna delle Grazie; visite al Museo locale; rappresentazione degli antichi mestieri, da parte dei bambini di Carpanzano, nella scenografia di due antichi palazzi; orchestrine  e danze folkloristiche; degustazione di caldarroste preparate in piazza: concerto d’ apertura con Marco Cozza e conclusivo con l’intramontabile Don Backy. Come si vede un programma ricco e vario impreziosito dallo svolgimento di un CONSIGLIO PROVINCIALE UNPLI – COSENZA con la presenza di tutti i consiglieri, del Presidente Mimmo BLOISE e la partecipazione dell’Assessore Pietro LECCE. Per uno come me che è nativo del luogo è stata una gioia immensa vedere la grande piazza, solitamente vuota e silenziosa, popolarsi come per incanto di gente e di stand, risuonare di voci e di musica, riempirsi di vita! Nel mentre visitatori facevano ressa per gustare le prelibate caldarroste o venivano contagiati dal ritmo d’una sfrenata tarantella  eseguita da due belle ragazze, mi chiedevo: servirà tutto questo a far tornare i tempi  in cui Carpanzano era conosciuto dappertutto come il “paese delle castagne”? Come tutti mi auguro di si, reagire in qualunque modo è già un piccolo passo verso il successo e denota la volontà di esorcizzare la crisi che il paese sta vivendo! Auguri!

                                                                                                                                
Salvatore Diana

Data: 23 ottobre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com