Rogliano, precari di nuovo in stato di agitazione

I LAVORATORI socialmente utili e di pubblica utilità di questo Comune (Rogliano, ndr) aderiscono allo Sciopero Regionale di Categoria indetto da Nidil Cgil Calabria, Felsa Cisl Calabria e Uil Temp Calabria e, più in generale, alla mobilitazione promossa dalle diverse sigle sindacali, Unione Sindacale di Base (Usb) compresa. Mobilitazione che si articolerà attraverso una serie di iniziative su scala provinciale e regionale. Gli LsU-LpU ritengono non sia più proclastinabile, infatti, la decisione di provedere, con atti e fatti, alla risoluzione di una vertenza che dura da oltre quindici anni in una regione, la Calabria, attanagliata da una crisi socio-economica senza precedenti. I precari fanno appello ai Sindaci affinchè si facciano portavoci – presso le Istituzioni preposte – dello stato di disagio in cui vivono a fronte di un impegno giornaliero divenuto ormai essenziale nella gestione dei servizi sul territorio. E’ giunto il momento che le Ammnistrazioni comunali assieme al resto degli Enti locali si adoperino fattivamente (e sinergicamente) per l’attivazione di misure mirate alla definitiva stabilizzazione dei lavoratori.

Data: 29 ottobre 2013.

Fonte: Lavoratori precari del Comune di Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com