Bianchi, celebrata la Giornata dell’Unità Nazionale

CON UNA solenne cerimonia (nella foto) l’Amministrazione comunale, ha onorato la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Un’occasione per ricordare i Caduti di tutte le Guerre, nelle quali Bianchi annovera la perdita di trentatré soldati, di cui due insigniti con medaglia di bronzo a valor militare. In Piazza Matteotti, luogo di ritrovo era presente il vice sindaco Antonio Valente, in rappresentanza del sindaco Francesco Villella, amministratori, il parroco don Serafino Bianco, il maresciallo Pietro Cona con i suoi carabinieri, la Polizia municipale, gli alunni e i docenti del plesso scolastico “Don Bosco” – rappresentanti delle associazioni e molti cittadini. Il corteo con a capo la corona d’alloro portata con fierezza da due studenti ha attraversato Piazza Matteotti e raggiunto la villetta comunale dove è stato eretto il monumento dei caduti. Una cerimonia semplice ma ricca di significato per ricordare con sentimenti di gratitudine e rispetto chi versò il proprio sangue e sacrificarono la propria gioventù fino all’estremo sacrificio per l’indipendenza, l’unità e libertà della nazione. Il vice sindaco Valente ha ricordato il sacrificio di tutti quelli che sono Caduti perché l’Italia fosse indipendente, libera, democratica e in pace e sottolineato che purtroppo ancora oggi in molti paesi del mondo ci sono guerre. Infine, un ringraziamento alle Forze Armate e dell’Ordine per l’impegno profuso quotidianamente al servizio e in difesa dei cittadini. La benedizione della corona impartita da don Serafino, l’alzabandiera per mano di un carabiniere e, le preghiere lette dagli alunni dalla classe quinta (ex elementare) hanno concluso la sobria manifestazione di riconoscenza per quanti nelle guerre e missioni di pace sono morti e messo a rischio la propria vita per i valori della libertà, dell’unità e della solidarietà.

P. T.

Data: 06 novembre 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com