Calcio a 5. Roglianese, una sconfitta immeritata

Campionato di Calcio a Cinque – Serie C2 / Girone A

Re Artù – Roglianese = 2 – 1 (1t. 0-0).

UNA SCONFITTA immeritata, dopo una grande partita giocata con autorità e sicurezza, al cospetto di una squadra che ha avuto il pregio di non mollare mai, nonostante le clamorose occasioni da rete fallite dai giocatori rossoneri potevano portare ad un punteggio molto diverso. L’approccio degli ospiti alla gara è diverso dal solito: compatti, concentrati, concreti … roba che lo squalificato mister Sicilia rischia di cadere dalle tribuna per la meraviglia. La Roglianese gioca bene e sfiora il vantaggio in 3 occasioni, di cui 2 clamorose con Fuoco, salvataggio sulla linea di un difensore dopo respinta del portiere, e Zumpano, che perde l’attimo fuggente dopo aver dribblato il portiere in uscita disperata allargandosi troppo. Il rientrante Alessio tra i pali si gode trenta minuti di relativo relax svolgendo ordinaria amministrazione. La ripresa inizia come era finito il primo tempo con la Roglianese che applica alla perfezione il "manuale del futsal" nella fase di possesso palla, non-possesso e transizione. Questa volta Sicilia, per non rischiare come nel primo tempo si tiene ben saldo alla balaustra! E’ una partita divertente e ben giocata ed i numerosi spettatori presenti in tribuna si godono lo spettacolo applaudendo entrambe le squadre, cornice perfetta per una partita di calcio a 5. L’equilibrio viene rotto dal folletto Sacco che mette in rete da posizione defilata con un tiro che si insacca tra palo e traversa. I padroni di casa si riversano in avanti alla ricerca del pareggio lasciando ampi spazi alle ripartenze rossonere e, proprio da una di queste, nasce l’occasione più clamorosa fallita da Zumpano che, involatosi da solo verso la porta avversaria ignora Stumpo, comodamente appostato davanti alla porta crotonese sguarnita, per tentare un pallonetto che il reattivo portiere riesce a smanacciare in angolo. Al minuto 52 il Re Artù pesca il jolly con una conclusione da lontano, fortunosa per come si è sviluppata l’azione, che riesce ad insaccarsi proprio nel sette, togliendo una ragnatela che stava lì dal giorno dell’inaugurazione del palazzetto. La Roglianese ha ancora l’occasione di segnare ma il numero uno crotonese è galvanizzato e si oppone alla grande, mentre dall’altra parte l’unica distrazione difensiva costa la rete del sorpasso. Nei tre minuti di recupero, decretati da un buon arbitro, la Roglianese ci prova disperatamente ma il risultato non cambia più: quarta sconfitta esterna ma stavolta senza rammarico.

Data: 10 novembre 2013.

Fonte: ASD Roglianese.

Nella foto: Scaglione (Roglianese).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com