Il Savuto accoglie l’ex tennista Mara Santangelo (video)

“MAMMA perché non ci sei, perché sei andata via? Ho tanta rabbia dentro. Anche quando ti sogno e ti parlo, tu non mi rispondi. Dimmi, perché mi hai lasciata? Se tu fossi qui ti saresti presa cura di me in ogni minima cosa. Avrei lasciato le stampelle e camminato appoggiata nelle tue braccia …”. Si rivolge alla madre. E’ ancora il punto di riferimento della sua esistenza. E’ la forza che sostiene ogni istante della sua vita nonostante siano passati molti anni dalla sua “nascita in Cielo”. Proprio a lei aveva promesso di diventare una tennista di successo e di calcare, un giorno, il campo centrale di Wimbledon. Mara Santangelo, ex campionessa italiana di tennis, è stata ospite, nei giorni scorsi, della ‘Maratona per la vita’ – iniziativa promossa a Rogliano dalla parrocchia di San Pietro e dall’associazione ‘La Via’ – nell’ambito della quale la stessa atleta di origini trentine ha rilasciato una testimonianza di vita e di fede alla luce del volume ‘Te lo prometto’. Un libro, quest’ultimo, scritto nel ricordo del genitore scomparso che racconta il lavoro, le attese, i successi ma anche le sofferenze di una giovane sportiva che sceglie di veicolare parole di speranza attraverso le pagine di un testo autobiografico. Una missione nata all’indomani di un viaggio a Medjugorie che ha mutato la sua vita privata e professionale dopo il grave infortunio al piede legato ad una malformazione congenita. “La promessa fatta a mia madre mi ha portato contro tutto e tutti. A non mollare nonostante le tante difficoltà legate alla sofferenza fisica e a quelle dell’anima. Il mio racconto – ha spiegato Mara Santangelo – inizia nel momento in cui per la prima volta mi trovo a giocare a Wimbledon contro l’allora numero uno al mondo, Serena Williams. A Medjugorie ho sentito forte la chiamata di Dio e ho capito che avrei dovuto lasciare il tennis per intraprendere il percorso di fede che oggi mi porta ad essere testimone e a rivolgermi alle persone affinché possano trarre conforto dalla mia esperienza”. L’iniziativa è stata promossa con lo scopo di invogliare i giovani allo sport. Sport inteso come momento di valorizzazione del corpo e dello spirito. Come inno alla vita. “Oggi è un giorno di grazia.  La presenza di Mara – ha detto don Santo Borrelli – ci arricchisce e ci rende partecipi di un evento straordinario”. Durante la manifestazione – che si è svolta presso il ‘PalaDeSiena’ – si sono esibiti i tesserati di alcuni tra i gruppi sportivi più importanti della Vallata. Mara Santangelo, ricordiamo, ha vinto la Fed Cup 2006 (assieme a Francesca Schiavone, Flavia Pennetta e Roberta Vinci) e diversi altri titoli tra cui il Roland Garros e gli Internazionali d’Italia. In totale, ventitrè tornei in doppio, nove in singolo e sei campionati a squadre. Si è ritirata dall’attività agonistica il 28 gennaio 2011. Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica, opinionista televisivo, attualmente ricopre la carica di consigliere della Federazione Italiana Tennis e di consigliere nazionale del Coni.

Gaspare Stumpo

Data: 07 dicembre 2013.

Nella foto: Mara Santangelo con don Santo Borrelli.

– Breve intervista a mara Santangelo –

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=tTDeAI8GGX0&feature=c4-overview&list=UUTzv5mZIZ6cjeK9tJizUJDg[/embedyt]

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com