Panettieri, spettacolare 12^ edizione Presepe Vivente

 

Il 5 e 6 gennaio sono gli ultimi giorni per assistere alla rappresentazione del Presepe Vivente di Panettieri. Anche quest’anno il paese più piccolo della Calabria (380 abitanti circa) in occasione dell’evento natalizio si è trasformato nella Betlemme di tanti anni fa. Le prime tre rappresentazioni della dodicesima edizione di grande collaborazione e partecipazione popolare ha riscosso successo e ammirazione. La rappresentazione della Natività (nella foto), promossa dall’Amministrazione comunale, sindaco Salvatore Parrotta che, più di ogni altra, riproduce la celebrazione dell’evento più importante della religione cristiana e della storia dell’arte, rifiorisce nel piccolo borgo della Presila. Lo scenario naturale in un rione disabitato da decenni, dove anni addietro ha preso vita questa rappresentazione ricorda in qualche modo Betlemme di oltre duemila anni fa, con visitatori che possono vivere l’evento in “full immersion” passeggiando fra le strette viuzze di uno scenario inimitabile. Alla rievocazione storica-religiosa collabora la Pro Loco e si pregia del patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza e della Regione Calabria. Perno centrale su cui poggi la riuscita manifestazione è lo scenografo calabrese Tiziano Fario, che infonde forza, stimolo e aggregazione fra gli otre 150 personaggi tra attori, comparse, addetti ai lavori che riproducono più di 35 postazioni. Inoltre per allietare i visitatori, dentro e fuori il Presepe vivente sono stati organizzati spettacoli di musica tradizionale e numerose “padelle di cera” illuminano tutto il percorso cosparso di paglia per rappresentare puntualmente gli aspetti lavorativi e sociali dell’epoca. Lungo il percorso gli antichi casolari, botteghe artigianali e le bettole, insieme ai centurioni Romani, pastori, viandanti e altre figure, vino, crespelle, pane caldo e l’allegria deliziano e attraggono i visitatori. E ancora, le lavandaie che lavavano i vestiti con la cenere, come si faceva una volta, o i pastori che preparavano la ricotta. “La visita al presepe vivente di Panettieri che fa rivivere uno scenario medievale, oltre l’aspetto religioso – ha sottolineato il sindaco Parrotta, ideatore e propulsore dell’iniziativa – rappresenta un momento di arricchimento culturale e ha lo scopo anche di valorizzare il patrimonio artistico e di prodotti tipici del territorio non solo di Panettieri”.

Pasquale Taverna

Data: 04 gennaio 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com