Il settimanale ‘Parola di Vita’ premia il più bel presepe

HANNO scelto di rappresentare la Natività all’interno del centro storico di Rogliano, per la prima volta e con un progetto che ha coinvolto diverse decine di figuranti. Anche l’allestimento scenografico curato da Gaedi Arte ha trovato ottime corrispondenze architettura del luogo, in particolare nei ‘bassi’ riadattati a vecchi alloggi e a botteghe artigiane. Scene di vita del tempo hanno animato piazze e slarghi dell’antico quartiere roglianese, dalla piazza antistante la chiesa di San Giorgio alla via per il Duomo dove, straordinaria, la scena della Natività ha coinciso con lo spazio esterno dell’Assunta. Il gruppo che fa riferimento al Comitato quartiere Donnanni ha vinto la sua scommessa grazie all’impegno di volontari, giovani e meno giovani, che hanno saputo coinvolgersi e coinvolgere pur sapendo che si trattava della prima importante occasione. Animati dalla voglia di fare, guidati dall’esperienza di Antonio Simarco e di altri autori e scenografi, gli organizzatori sono riusciti a valorizzare vicoli, stradine e abitazioni riproducendo uno spaccato di ‘civiltà contadina’ – tema ricorrente negli avvenimenti legati alla tradizione delle comunità del Savuto – ricavando, così, un successo superiore alle aspettative. Ancora una volta, quest’anno, i presepi hanno rappresentato una straordinaria forma d’arte e un richiamo che non è stato solo religioso ma anche sociale e culturale sia nelle forme legate agli eventi pubblici, sia in quelle private. Nel Savuto presepi viventi sono stati allestiti anche a Cellara, Scigliano e Panettieri. La riproduzione della Terra Santa con particolari legati al territorio è stata alla base, invece, del diorama (un tipo di presepe, nda) sistemato al piano terra dell’antico Palazzo Cardamone di Rogliano dal gruppo di volontari composto da Giuseppe e Gabriele Di Nardo, Michele Garofalo, Andrea Altomare, Antonio Gabriele, Peppino, Luigi, Andrea e Marco Vizza. Quaranta metri quadri di superficie, duemilacinquecento ore di lavorazione che hanno permesso la creazione di una piccola opera nella quale, grazie alla sintesi tra soluzioni classiche e tecniche di ultima generazione, l’effetto scenico ha garantito colori e prospettive spettacolari. Sempre a Rogliano, infine, una nota di merito va attribuita al presepe artistico (nella foto) realizzato da Sandro Sottile e figli. Un piccolo gioiello nel quale la scelta dei materiali e la cura dei particolari hanno sortito risultati estetici davvero importanti.

Gaspare Stumpo

Data: 20 gennaio 2014.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Il settimanale ‘Parola di Vita’ premia i migliori presepi realizzati in occasione dell’ultimo Natale. Il giudizio sarà espresso da una Giuria. E’ possibile inviare le foto con una breve descrizione delle opere e le indicazioni relative al luogo e agli autori al seguente indirizzo di posta elettronica: belpresepe@libero.it. Scadenza del concorso: 2 febbraio 2014.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com