Rogliano. Il Mausoleo dei Caduti, luogo di “memoria e gratitudine”

QUELLE di Mario Mazzei e di Guerrino Sicilia sono state tumulate nel monumento sepolcrale voluto dall’Amministrazione comunale di Rogliano per conservare le spoglie dei soldati vittime della barbarie nazi-fascista. Assieme ai resti dei due internati militari (IMI) deportati nei campi di detenzione del Terzo Reich, deceduti nell’anno 1944, troveranno sepoltura anche quelli di  Alberico Perri, 33 anni, sepolto a Bieleny (Polonia), di Domenico Porco, 21 anni, sepolto a Francoforte sul Meno (Germania) e di Antonio Sarcone, 22 anni, sepolto a Mauthausen (Germania). Tutti morti di stenti e malattie. Le spoglie di Mazzei e Sicilia erano state già rimpatriate ed accolte con una cerimonia istituzionale alla presenza di autorità civili, religiose e militari. Il Mausoleo dei Caduti è stato pensato e realizzato come luogo di ‘Memoria e Gratitudine’ nell’area antica del Cimitero di Rogliano che fu l’orto dei frati Cappuccini. La scultura in acciaio che sovrasta tomba rappresenta una quercia, ovvero – l‘Albero della Vita “che – ha scritto il professor Eugenio Maria Gallo – superando la soglia del finito, si leva verso l’infinito proiettato in un suggestivo squarcio di luce che penetra attraverso l’immagine della pianta, la illumina e la fa consistere …”. Il manufatto è stata creato  dall’architetto Amedeo Lico, autore di altre opere e lavori di notevole rilevanza artistica. La cerimonia inaugurale si è svolta alla presenza del sindaco Giuseppe Gallo, del vice sindaco Giovanni Altomare, del presidente del Consiglio comunale Mario Altomare, del capitano dei Carabinieri, Giovanni Caruso, del maresciallo Adriano Lorelli, del parroco don Santo Borrelli, dei familiari dei due martiri roglianesi e di altri amministratori e cittadini. “Quando muore un militare, giovani militari come i nostri eroi, quando una madre non vedrà più tornare a casa il proprio figlio, abbiamo perso tutti. Non ci può essere vittoria – ha detto il sindaco Gallo – dove non esiste pace”.

Gaspare Stumpo

Data: 25 gennaio 2014.

Fonte: Parola di Vita.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com