Abbado “saluta” il pubblico con il suo Mozart. In uscita le incisioni dei concerti mozartiani *

di Silvio OCCHIUTO

SI E’ SPENTO all’età di ottant’anni, nella sua abitazione di Bologna, il maestro e direttore d’ orchestra Claudio Abbaudo (nella foto, dalla Rete), il 30 agosto 2013 il presidente Napolitano l’aveva nominato senatore a vita, numerosi i riconoscimenti sia nazionali: come la Gran Croce per meriti in campo musicale e la Laurea honoris causa dell’ Università di Ferrara, e internazionali: nel 1973 i Wiener Philharmoniker gli hanno conferito l’Ehrenring e nel 1980 la Medaglia d’Oro Nicolai, sempre a Vienna ha ricevuto la Mozart e la Mahler Medaille e l’Ehrenring der Stadt Wien.  In piazza Scala, dove si erge il famoso teatro, si sono radunate circa ottomila persone, che in silenzio hanno assistito alla commovente esecuzione dell’orchestra della Scala diretta dal Maestro Daniel Barenboim che ha eseguito la marcia funebre (Adagio assai) dalla terza Sinfonia << Eroica >> di Luidwig van Beethoven. La tradizione vuole che il teatro sia vuoto con le porte aperte, questo per dare l’ultimo saluto ai direttori d’orchestra scomparsi. Nel frattempo il mondo si prepara ad accogliere l’ ultima registrazione dei concerti mozartiani con la collaborazione di Martha Argerich al piano e Claudio Abbado sul podio per la direzione dell’ orchestra, che uscirà il 4 febbraio. Abbado saluta il suo pubblico con il “suo” Mozart. Il Maestro stesso aveva fondato a Bologna l’ orchestra “ Mozart “ nel 2004.

Data: 02 febbraio 2014.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com