Rogliano. Cutura, i residenti delle frazioni incontrano gli amministratori locali

“VOGLIAMO interventi definitivi – non quindi estemporanei – in grado di risolvere la questione”. Lo hanno ribadito gli abitanti delle località rurali del Comune di Rogliano nel corso dell’incontro con gli amministratori locali convocato in seguito alle problematiche conseguenti alla nuova piena del fiume Savuto. La richiesta è fondata su più aspetti, ovvero, quello dell’emergenza che ha costretto i residenti a percorsi alternativi e più difficoltosi e, quello della qualità della vita di quanti hanno scelto di vivere in aree periferiche ma non meno importanti dal punto di vista sociale, economico e culturale. All’incontro (nella foto) voluto dal ‘Comitato Savuto’ hanno partecipato (e sono intervenuti) il vice sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Fernando Sicilia, la consigliere comunale con delega alle Frazioni, Antonietta Russo, il responsabile del settore Sviluppo del Territorio, ing. Pasquale Lavorata. Presenti, tra gli altri, il sindaco di Parenti, Antonio Riga ed altri rappresentanti politici delle due zone contermine. In particolare, gli amministratori hanno confermato il proprio impegno e quello degli uffici competenti per la risoluzione della vicenda. Lo straripamento del fiume Savuto ha travolto e interrotto il collegamento tra le contrade Cutura, Melobuono, Acqualatiglia, Spitalicchio, Poverella, Saliano e San Leo, con i centri urbani di riferimento. Una situazione-limite, per i disagi legati all’accesso ai servizi, che ha coinvolto l’intera popolazione. Il Comune di Rogliano, ricordiamo, ha presentato alla Regione Calabria e alla Protezione Civile Nazionale un progetto per la realizzazione di un ponte con procedura di somma urgenza, per il quale ci sarebbe la possibilità di accedere a fondi europei attraverso l’Ente Regione. Resterebbe – per quanto si è saputo – il nodo legato ai tempi di erogazione delle somme da parte del Governo Nazionale. Alla iniziativa, che si è tenuta presso la sala consiliare, hanno preso parte anche diversi cittadini di Parenti tra i quali i rappresentanti del ‘Comitato Ambiente’ – che si occupa di problematiche legate allo stato di salute del territorio. Nella stessa occasione il ‘Comitato Savuto’ ha confermato “piena disponibilità al confronto” con gli enti preposti sollecitando maggiori attenzioni per le località di montagna e per quanti vi abitano. “Non siamo e non vogliamo essere considerati cittadini di serie B. Serve – hanno detto – più attenzione per le persone che hanno deciso con coraggio di restare con le famiglie o, addirittura, investire facendo impresa sul posto”. Della situazione che attiene alla località ‘Cutura’ saranno informati sia il presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Mario Oliverio, sia il sindaco Giuseppe Gallo (che non ha potuto partecipare al dibattito), sia la società A2A che gestisce la diga sul fiume Savuto.

Gaspare Stumpo

Data: 18 febbraio 2014.

Alla sezione Video di questo portale è disponibile l’intervista ad Alberico Guarnieri – rappresentante del ‘Comitato Savuto’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com