Guccione (PD): “il Consiglio regionale fa le leggi e la Giunta non le rispetta”

“CIO’ CHE ACCADE in Calabria ad opera della Giunta regionale guidata da Scopelliti ha davvero dell’inverosimile”. Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale del Pd, Carlo Guccione (nella foto), riferendosi alle motivazioni che lo hanno spinto, insieme ad altri consiglieri regionali, a presentare un Ordine del Giorno, approvato nell’ultima seduta del Consiglio regionale della Calabria e riguardante il trasferimento dei dipendenti di Calabria IT alla Società Fincalabria S.p.a. “Mentre i calabresi – prosegue Guccione – sono tenuti a rispettare le leggi approvate dal Consiglio regionale per non incorrere nel pagamento di pesanti sanzioni, la Giunta regionale non solo queste leggi non le rispetta ma, addirittura, non paga nessuna conseguenza per la loro palese violazione. E’ il caso di quanto sta accadendo con il trasferimento dei dipendenti di Calabria IT. Ecco fatti: l’art. 11 Comma 4 della legge regionale 24/2013, licenziata con voto unanime del Consiglio, affidava a Fincalabra Spa, socio unico della società «Calabria impresa e territori s.r.l.», la messa in liquidazione di quest’ultima. Lo stesso articolo, per come modificato dall’art. 1, comma 1 della L.R. 18 dicembre 2013, n. 51, ha fissato al 30 giugno 2014 il termine di chiusura delle procedure di liquidazione, garantendo la salvaguardia dei livelli occupazionali dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato della società «Calabria impresa e territori s.r.l.» posta in liquidazione, in servizio a l 31 dicembre 2012, attraverso il loro trasferimento alla società Fincalabra S.p .A., sulla base di uno specifico piano industriale che deve garantire l’equilibrio economico-finanziario della società. Dalla data di approvazione delle legge regionale 24/2013, i dipendenti di Calabria IT hanno dovuto affrontare un vero e proprio percorso ad ostacoli dovendo continuamente reclamare il pagamento dei propri stipendi che, alla data odierna, risultano ancora arretrati della 13esima mensilità e della mensilità ordinaria di gennaio, mentre solo pochi giorni fa si è proceduto al pagamento della mensilità di dicembre. Ad oggi, inoltre, non risulta ancora essere stato ancora redatto il Piano Industriale sulla cui base si dovrà concretizzare la volontà espressa dalla norma regionale in merito al passaggio di tutto il personale di Calabria IT all’ interno della dotazione organica di Fincalabra e tutto ciò riverbera pesantissimi ritardi anche sulla operatività della finanziaria regionale che dispone un organico di soli sette dipendenti, ritardi che si riversano naturalmente anche sulla capacità della società di adempiere al proprio mandato istituzionale di assistenza alla Regione nell’attuazione delle politiche di sviluppo economico, come denunciato anche di recente dai massimi rappresentanti della Confindustria regionale”. “L’azione portata avanti dalla Giunta per attuare il Dettato della norma regionale – prosegue Guccione – non solo non ha sortito fino ad oggi gli effetti unanimemente desiderati dal Consiglio ma, al contrario, ha provocato una serie di continui “colpi di teatro” che hanno prodotto esclusivamente una situazione di estrema tensione tra i lavoratori e l’azienda senza riuscire a produrre alcun risultato in ordine agli obiettivi fissati dalla legge. Risultato: Fincalabra Spa oggi opera utilizzando personale di Calabria IT distaccato in maniera irrituale, senza seguire le procedure previste dal CCNL di riferimento della società distaccante Calabria IT e addirittura disponendo distacchi a tempo indeterminato; Calabria IT ha proceduto alla nomina di consulenti esperti il cui costo, al pari del costo del liquidatore, è stato coperto con fondi erogati direttamente da Fincalabra; quest’ultima ha sottoscritto un verbale di accordo sindacale con le rappresentanze sindacali dell’ UGL nel quale si diceva disponibile a procedere al pagamento degli stipendi del solo personale distaccato, in violazione palese con qualsiasi norma di carattere civilistico e giuslavoristico”. “Fatte queste premesse – conclude il consigliere regionale dei Democratici – con l’Ordine del Giorno approvato nel corso della sua ultima seduta, il Consiglio Regionale della Calabria ha impegnato la Giunta a far rispettare e a procedere secondo quanto previsto dall’art. 11 della LR 24/2013 che prevede il trasferimento dei dipendenti di Calabria IT alla Società Fincalabria S.p.a.”.

Data: 06 marzo 2014.

Fonte: Carlo Guccione – Ufficio Stampa.

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com