Lsu-Lpu. Ritardi sulla emanazione dei decreti attuativi sulla contrattualizzazione. Cgil, Cisl e Uil scrivono ai Prefetti

IN UNA nota inviata ai prefetti delle cinque province calabresi e per conoscenza anche all’assessore regionale al Lavoro, Nazareno Salerno, i segretari di Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uil Temp, rispettivamente, Antonio Cimino, Giovanni Tripoli e Gian Vincenzo Petrassi, hanno posto l’accento sull questione che attiene alla contrattualizzazione dei precari afferenti ai Bacini Lsu ed Lpu ed ex art. 7. L. 468/97 – dicendosi “preoccupati dei ritardi sia sull’emanazione dei decreti attuativi da parte del Governo in merito alla legge 147/2013 pubblicata sulla gazzetta ufficiale n 302 del 27/12/2013, sia ulle risorse loro destinate: pari a € 50 milioni per le stabilizzazioni, unitamente all’importo di € 25 milioni per il pagamento di arretrati anno 2013 e rinnovo convenzioni anno 2014”. Nella stessa missiva Cimino, Tripoli e Petrassi hanno chiesto l’intervento delle Prefetture – anche “al fine di prevenire stati di agitazione dei suddetti precari”- per una intelocuzione urgente con i Ministeri competenti. “Era ora che qualcuno si facesse sentire – ha fatto sapere un gruppo di lavoratori. Dopo mesi di lotte e l’ottenimento di alcuni diritti, sulla vertenza che attiene alla nostra categoria sembrava caduto il silenzio”. Tra le altre cose, infatti, gli Lsu-Lpu hanno ricordato la stipula dei contratti dei lavoratori coinvolti nelle attività delle l.r. 28/2008 e della l.r. 8/2010, secondo le disposizioni previste dalla legge regionale n° 1/2014, avvenuta nel febbraio scorso. (R.S.)

Data: 13 marzo 2014.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com