Il ministro firma il decreto, salvo l’ufficio del Giudice di Pace di Rogliano. Soddisfatto il sindaco Gallo

IL MINISTRO della Giustizia, Andrea Orlando, ha firmato il decreto che dispone il mantenimento di 285 uffici del Giudice di Pace su tutto il teritorio nazionale – su 667 soppressi lo scorso 27 febbraio nell’ambito della riorganizzazione della geografia giudiziaria a seguito della recente riforma delle circoscrizioni giudiziarie. Si tratta di un’ulteriore razionalizzazione collegata all’attuazione della nuova geografia giudiziaria. Dopo una articolata istruttoria si è introdotta così un’innovativa modalità di funzionamento degli uffici del Giudice di Pace con un coinvolgimento diretto nella gestione del servizio giustizia da parte dei comuni interessati, che si faranno carico del reperimento del personale di cancelleria e dei necessari investimenti economici. Soddisfazione è stata espressa da parte del sindaco Giuseppe Gallo (nella foto) per il decreto del Ministro della Giustizia Andrea Orlando con il quale è stato disposto il mantenimento del Giudice di Pace di Rogliano. «Il Giudice di Pace di Rogliano è salvo grazie ad un’azione decisa e lungimirante dell’amministrazione comunale che si è fatta carico degli oneri, della sede e di altre spese previste dal decreto. Speriamo che sia stata scongiurata definitivamente la soppressione di un indispensabile e prezioso presidio di giustizia che ha competenza su tanti comuni dell’ex mandamento. Stiamo difendendo con le unghie il mantenimento di presidi pubblici esistenti sul territorio che scelte incomprensibili vogliono cancellare con conseguenze disastrose soprattutto per i piccoli comuni”.

Data: 14 marzo 2014.

Fonte: Comune di Rogliano (www.comune.rogliano.cs.it).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com