Rogliano. La.Bo.Ro.Bis. conferma le attese della vigilia. Gallo: ” lavoriamo per la continuità del progetto’

PRIMI apprezzamenti per La.Bo.Ro.Bis.. Il progetto (nella foto) ha confermato le attese della vigilia sia per quanto riguarda i risultati ottenuti nell’apprendimento che per la creatività espressa dalle persone coinvolte. Il programma è entrato nella fase operativa e ciò risalta nella natura dei particolari e nell’insieme dei lavori eseguiti. La.Bo.Ro.Bis. è una scuola di arte e mestieri suddivisa in due sezioni, scultura e ceramica, che punta a porre le basi per la rinascita delle antiche botteghe artigiane. “Si tratta di una bella esperienza dalla quale, auspichiamo, possano rinascere i mestieri di una volta. Una esperienza che deve continuare – ha affermato il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo – rispetto alla quale vogliamo adoperarci per l’acquisizione di ulteriori risorse da destinare ai laboratori”. Alla iniziativa del Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno aderito, ricordiamo, l’Unione delle Province Italiane (Upi) e, su scala territoriale, l’Amministrazione Provinciale di Cosenza, il Gal Savuto e i Comuni di Rogliano e Bisignano. Passione e capacità manuali stanno contribuendo, dunque, alla realizzazione di piccoli e grandi oggetti in tufo, legno e ceramica. Da una parte gli scalpellini, dall’altra i ceramisti: le sale di Palazzo Ricciulli, che hanno caratterizzato fatti e ospitato persone nell’ottica di una microstoria esaltante, sono tornate ad aprirsi all’esterno e a ‘rivivere’ dopo anni di oblio grazie al rumore prodotto dalla strumentazione in dotazione alle maestranze del nuovo millennio. Nei giorni scorsi, accompagnati dalla tutor Maria Francesca Rizzo i ragazzi del gruppo di Bisignano hanno effettuato una breve visita nel Savuto per uno scambio di idee ed esperienze con i coetanei impegnati a Rogliano. Alla iniziativa che ha segnato la presenza del dirigente dell’Ente Provincia, Gabriella Fittante, sono intervenuti gli allievi Ilaria Dragone, Katia Prezioso, Alessandro Mancuso e Anna Paola Tiano. Tutti hanno raccontato l’evoluzione del proprio percorso artistico e l’intenzione di voler proseguire nell’apprendimento delle tecniche di lavorazione. L’implementazione di percorsi professionali resta, infatti, l’obiettivo primario degli organizzatori. Le premesse, stante i risultati fin qui ottenuti, sono molto positive.

Gaspare Stumpo

Data: 14 marzo 2013.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Alla Sezione Video’ di questo portale è disponibile l’intervista al sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, e una seconda panoramica sui laboratori.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com