Tarda l’emanazione dei decreti attuativi relativi al personale Lsu/Lpu, USB scrive a Matteo Renzi. Aurelio Monte domani in tv

IN UNA LETTERA inviata al Premier Matteo Renzi l’Unione Sindacale di Base (USB) ha posto l’accento sulle disposizioni relative alla stabilizzazione del personale precario della Pubblica Amministrazione, in particolare sull’emanazione dei decreti attuativi legati alla Legge di Stabilità per quanto riguarda il settore degli Lsu-Lpu. In più, sul trasferimento delle risorse statali destinate al pagamento delle somme pregresse. “A riprova di quanto denunciamo – fanno sapere dall’USB – il decreto del Presidente del Consiglio previsto al comma 209, legge 147/2013, per la quantificazione delle risorse disponibili, che avrebbe dovuto essere emanato entro febbraio e l’ulteriore decreto del Ministero del Lavoro, concertato con il Ministero dell’Economia e Finanze e Ministero della Pubblica Amministrazione di cui al comma 212, stessa legge, sugli indirizzi destinati agli enti locali circa modalità e criteri per l’assegnazione delle risorse indispensabili all’assunzione dei precari Lsu/Lpu, non sono stati ancora adottati”. “Vogliamo augurarci – aggiungono i sindacalisti – che il ritardo sia dovuto alla transizione al nuovo Governo, ma i provvedimenti previsti non possono essere elusi né rinviati, stante le pressanti e disperate istanze che giungono dai lavoratori interessati al superamento di una condizione di precariato storico, viziato dall’ assenza del contratto di lavoro e di copertura previdenziale da quasi un ventennio. Né possiamo immaginare che i precari Lsu/Lpu possano essere sedati con l’inserimento nelle liste regionali, che alcune regioni stanno predisponendo in previsione di trasferimenti adeguati dal Governo, senza dare seguito alle assunzioni a tempo indeterminato previste della legge 125/2013, che dovrebbero programmarsi e concludersi entro il 2016”. L’unione Sindacale di Base ha chiesto quindi un incontro per chiarire gli aspetti della vertenza. I lavoratori calabresi inseriti nel bacino storico degli Ls/Lpu sono in attesa di firmare il contratto previsto nell’ultima Finanziaria e minacciano azioni di protesta anche alla luce del provvedimento emanato dalla Regione Calabria circa la contrattualizzazione, già avvenuta dei precari della legge l.r. 28/2008 e della l.r. 8/2010, secondo le disposizioni previste dalla legge regionale n° 1/2014. La missiva dell’USB è stata inviata anche ai Ministri del Lavoro, dell’Interno e dell’Economia. Di vertenza Lsu/Lpu e di Fondi Strutturali Europei parlerà domani pomeriggio, con inizio alle ore 16, sull’emittente televisiva Tele Europa Network (TEN), il sindacalista dell’USB, Aurelio Monte (nella foto).

R. S.

Data: 26 marzo 2014.

Fonte: Unione Sindacale di Base – Pubblico Impiego.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com