La proposta della Provincia di Cosenza per il collegamento dei Comuni cosentini e catanzaresi allo svincolo A3 di S. Mango d’Aquino

SI E’ SVOLTA presso la sala consiliare del comune di San Mango d’Aquino una riunione (nella foto) alla presenza dei sindaci della provincia di Cosenza (Amantea, Aiello, Serra d’Aiello, Cleto, Grimaldi, Malito e Altilia) e della provincia di Catanzaro (Nocera Terinese, San Mango d’Aquino, Motta Santa Lucia, Martirano Lombardo e Conflenti), del presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio e dell’Ing. Siniscalco, in rappresentanza del Commissario Straordinario della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, per affrontare l’organizzazione dell’assetto viario del comprensorio intorno all’autostrada Sa-Rc. Nel corso dell’incontro è stato presentato dall’ing. Battista Iacino uno studio di massima della Provincia di Cosenza per collegare i succitati comuni all’ammodernato svincolo autostradale di San Mango d’Aquino. Il collegamento dovrebbe avvenire attraverso la strada che si innesta alla SS 18, in parte già esistente ma da ammodernare, ed in parte di nuova costruzione (circa 2 Km.). “Si tratta di un progetto antico – ha dichiarato il sindaco del Comune di San Mango d’Aquino, Leopoldo Chieffallo – già previsto in sede di conferenza dei servizi con l’ANAS, in occasione dell’approvazione del progetto di ammodernamento dell’Autostrada Salerno-Reggio Calabria in data 11/07/2002 e poi lasciato inspiegabilmente sospeso”. L’ing. Iacino, nell’illustrare il progetto di massima, ha puntualizzato  che per valorizzare il territorio attraversato dall’autostrada, è necessario che tutte le realtà circostanti alla stessa vengono allacciate per combattere così l’atavico isolamento che ha negativamente contraddistinto la storia della nostra Calabria, e per dare alla stessa rilevanza sociale a servizio dello sviluppo, che spesso manca, delle aree attraversate. Iacino si è anche soffermato sul fatto che il costo dei lavori dell’opera da realizzare è relativamente modesto e può essere inserito nel costo generale della variante autostradale, di prossima costruzione, dallo svincolo di San Mango d’Aquino verso Cosenza, rimasta sospesa presso le gallerie del “Tribito”, perchè è stata riscontrata una insidiosa presenza di amianto. Sull’argomento sono intervenuti i sindaci di Nocera Terinese, Conflenti, Amantea e Cleto, ribadendo l’urgenza dell’opera; il sindaco di Cleto, in particolare, ha fortemente sostenuto la necessità di collegare il suo comune allo svincolo di San Mango d’Aquino perché, pur essendo più vicino all’arteria autostradale, risulta quasi isolato. Tutti i sindaci, poi, hanno manifestato il loro disappunto per il totale abbandono della SS 18, interrotta da più di sei anni per il crollo del ponte sul fiume Savuto che ha provocato danni incalcolabili all’economia del comprensorio. I lavori sono stati conclusi dal  presidente della Provincia di Cosenza che, oltre a portare i saluti del Commissario Straordinario della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, ha evidenziato l’importanza strategica dell’opera non soltanto per lo sviluppo del comprensorio e di tantissimi comuni, ma anche per l’intera regione. Oliverio, inoltre, ha evidenziato che lo svincolo di San Mango D’Aquino deve essere completato in direzione del collegamento con la SS 18 e la viabilità del .Tirreno Cosentino e che la Valle del Savuto – nel suo tratto finale – nella quale insistono comuni come Amantea, Cleto, Aiello e Serra D’Aiello e sulla sponda sinistra Nocera, Martirano ecc, può essere servita, da investimento finanziario sostenibile, con una infrastruttura che già in parte è realizzata e che consentirà non solo di rompere l’isolamento di numerose comunità ma anche un collegamento con la costa, rappresentando perciò una via di fuga per eventuali momenti critici causati da possibili interruzioni autostradali. In buona sostanza, la realizzazione dell’opera consentirà anche la messa in sicurezza complessiva del traffico autostradale. Tutti i presenti, infine, hanno convenuto di rappresentare al Ministero dell’Infrastrutture ed alla Direzione Generale dell’ANAS, l’urgenza di inserire nella programmazione in atto per i lavori della variante alla galleria “Tribito” di prossima realizzazione, la costruzione della strada cosiddetta “Galasso”. Per rappresentare l’importanza del collegamento dei comuni sopra citati allo svincolo di San Mango d’Aquino, si è convenuto che una delegazione guidata da Mario Oliverio e da Wanda Ferro chiederà di incontrare il Ministro alle Infrastrutture e il Direttore Generale dell’Anas.

Data: 27 marzo 2014.

Fonte: Provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com