Lavoratori della Mobilità in deroga, torna a riunirsi il Coordinamento del Savuto. Nicoletti: “lavoro non sussidio”

I LAVORATORI della Mobilità in deroga della Valle del Savuto (nella foto) hanno partecipato, lunedì scorso, alla manifestazione promossa presso l’assessorato al Lavoro di Catanzaro per rivendicare le spettanze pregresse (nove mensilità) e certezze occupazionali per il futuro. Il gruppo, che da qualche settimana si è organizzato in Coordinamento, si è riunito a Rogliano – presso la Camera del Lavoro – per fare il punto sulla situazione e pianificare ulteriori azioni sindacali. “Attendiamo le decisioni della Regione sia per quanto riguarda gli arretrati, sia per quanto riguarda le politiche attive sul Lavoro. Poi – ha spiegato Luca Nicoletti – ci determineremo”. “In Calabria – ha aggiunto il leader dei lavoratori della Mobilità del Savuto – c’è bisogno del contributo di tutti. E’ giunta l’ora di svegliarsi, gli effetti della Legge Fornero potrebbero essere infatti devastanti per circa ottomila prorogati (su trentamila) appartenenti alla categoria”. Gli interessati hanno ribadito che è loro intenzione chiedere un nuovo incontro istituzionale per chiedere “lavoro e non sussidi”. “L’emergenza è vissuta sui territori e per questo – ha concluso Nicoletti – i sindaci dovrebbero essere al nostro fianco costantemente. Ecco perché è nato il Coordinamento del Savuto. Per stimolare le persone, quindi anche gli amministratori locali, ad essere parte attiva nella vertenza”. “La CGIL – dichiarato il sindacalista Osvaldo Mancuso – è in piena sintonia con i lavoratori e li sostiene nella difficile battaglia per il salario”. Il Coordinamento ha annunciato un’assemblea territoriale per le ore 17.30 del 16 aprile prossimo, presso la sala della Comunità Montana del Savuto (Piano Lago).

Gaspare Stumpo

Data: 09 aprile 2014.

L’intervista integrale a Luca Nicoletti è disponibile su questo portale d’informazione, alla sezione ‘Video’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com