Valle del Savuto, i lavoratori della Mobilità in deroga incrociano le braccia. Mercoledì nuovo incontro a S. Stefano di Rogliano

I LAVORATORI della Mobilità del Savuto (nella foto) sono di nuovo sul piede di guerra. Un gruppo di operai impegnati nei progetti in alcuni Comuni del comprensorio ha già incrociato le braccia e si prepara all’ennesima protesta contro quello che definiscono “l’immobilismo della politica” rispetto al pagamento degli emolumenti e alle politiche attive per il lavoro. Gli interessati, ricordiamo, hanno manifestato più volte negli ultimi mesi e sono orientati a prolungare lo stato di agitazione in assenza di risposte esaudienti. Un incontro fra amministratori locali e lavoratori è previsto per mercoledì prossimo a mezzogiorno presso la sala consiliare del Comune di Santo Stefano di Rogliano. Sempre per quanto riguarda il tema della occupazione, altra vertenza pronta a scoppiare è quella dei lavoratori precari del Bacino calabrese Lsu-Lpu che, oltre a rivendicare le spettanze pregresse, sono in attesa della contrattualizzazione prevista nell’ultima Finanziaria. Un iter che i lavoratori considerano “eccessivamente prolungato” chiamando in causa esponenti politici, amministratori regionali e persino i sindacati.

R. S.

Data: 12 maggio 2014.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com