Rogliano, il sindaco Gallo chiede il blocco del decreto che ha rimodulato le tariffe sui rsu. “Situazione intollerabile”

“SULLA GESTIONE dei rifiuti questo Governo regionale sta facendo peggio dei vari Commissari che si sono succeduti negli anni. Una situazione oramai intollerabile che da qui a breve avrà ripercussioni drammatiche sui territori con costi esorbitanti per i cittadini. L’assessore regionale altro non ha saputo fare che aumentare le tariffe nei confronti dei Comuni che da maggio sono raddoppiate. Aumenti che si ripercuoteranno sui cittadini i cui costi dei servizi dovranno coprirli al cento per cento con la tariffa. Nulla per quanto riguarda l’impiantistica, nessuna idea innovativa sulla differenziata, solo nuove tasse e tanta approssimazione. Intanto siamo alle prese con l’ennesima emergenza che arriva alle porte dell’estate e le nostre strade si riempiranno nuovamente di spazzatura, mentre i comuni virtuosi come il mio che hanno introdotto la differenziata porta a porta da anni, vedranno vanificati i loro sforzi. In qualità di vicepresidente del Consiglio Regionale delle Autonomie Locali, associandomi alla richiesta del Presidente Sergio Abramo, chiedo che venga bloccato il decreto che ha rimodulato le tariffe in aumento che altrimenti costringeranno i comuni ad assumere posizioni forti per scongiurare un ulteriore salasso per le famiglie calabresi”. Così, il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo (nella foto), a proposito delle decisioni regionali in materia di rifiuti. 

Data: 06.06.2014.

Fonte: Comune di Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com