Rogliano, conclusa l’edizione 2014 di ‘Italian Studes Program in Italy’. Vacanza-studio per 33 allievi della University Of Washigton

ALEXIS Jensen è una dei trentatré giovani del gruppo della University Of Washigton di Seattle (USA) che ha partecipato alla edizione 2014 di ‘Italian Studes Program in Italy’ – iniziativa promossa in collaborazione con il Comune di Rogliano, dedicata allo studio e alla conoscenza del territorio. “Abbiamo vissuto in una realtà completamente diversa dalla nostra ed è stato fantastico. La permanenza nelle famiglie, la condivisione di alcuni momenti della giornata, il cibo ma – ha spiegato la studentessa – anche l’affetto e l’attenzione ricevuti, ci hanno permesso di vivere situazioni belle e indimenticabili”. “La stessa città – ha aggiunto Alexis – il suo ambiente, hanno contribuito alla buona riuscita del nostro soggiorno in Calabria”. La vacanza-studio, unica nel suo genere e non destinataria di finanziamenti da enti sovracomunali, ha previsto lavori in aula, visite guidate e attività ludico-culturali. Coordinati dai professori Roger Taradel e Albert Sbragia, gli studenti (4 maschi – 29 femmine) hanno seguito lezioni e sostenuto prove di esame presso la Casa della Culture. In più, hanno interagito con gli alunni del Circolo Didattico in quanto ad argomenti in madrelingua. Per loro non sono mancate le visite guidate tra i monumenti di Rogliano e in alcuni tra i centri più suggestivi dell’entroterra Cosentino. Tra questi Civita, Belvedere e Maierà. Supportati dalla cooperativa ‘Atelos’ (presidente Pino Ceresia) e dalla Publiepa (responsabile Pino De Rose), il gruppo ha potuto ammirare il fascino naturalistico, storico ed architettonico di Civita, comunità di minoranza linguistica arbereshe. Un itinerario che ha portato gli interessati a stretto contatto con i tesori dell’arte greco-bizantina, la Timpa del Demonio e il Ponte del Diavolo sul fiume Raganello. Un viaggio caratteristico nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, che ha trovato in Antonluca Di Salvo e Giuliano Guaragna due ottimi interlocutori per la parte dedicata alla mediazione culturale. Civita, ricordiamo, è un centro che fa del turismo e dell’ospitalità i punti di forza della sua economia. Stesso discorso per Belvedere Marittimo e Maierà grazie alla presenza di Antonello Grosso La Valle (Pro Loco) e Mario Campagna (Museo del Peperoncino), che in una seconda occasione hanno guidato gli universitari tra le bellezze della Riviera dei Cedri: il mare, le rovine di Cirella, il Convento dei Padri Cappuccini e il Palazzo Ducale con l’unico museo al mondo dedicato al peperoncino. Un insieme di eventi all’interno di vecchi borghi capaci, con le loro case arroccate, i vicoli stretti e i panorami mozzafiato, di alimentare la fantasia di persone desiderose di conoscenza ma provenienti da tutt’altro mondo e da tutt’altre esperienze. Un insieme di sensazioni arricchite dalla gastronomia ‘piccante e generosa’ di questi luoghi ameni capaci di lasciare il segno e ricordi straordinari. ‘Italian Studes Program in Italy’ (referente sul territorio: Mariano Greco) ha compreso cinque settimane di permanenza nel campus romano di una delle più importanti università degli Stati Uniti, ad altre cinque settimane in Calabria con soggiorno in nuclei familiari residenti nella zona Rogliano/Marzi. Un periodo, quest’ultimo, che in linea con gli anni precedenti ha consentito agli studenti di prepararsi alle sessioni d’esame in un clima di assoluta tranquillità traendo beneficio sia dall’ospitalità che dal contatto diretto con la realtà locale. Inoltre, gli allievi dell’Università di Seattle hanno avuto l’opportunità di visitare Reggio Calabria e la Sicilia (Messina, Giardini Naxos, Catania e Siracusa). E, durante alcuni weekend, fare una capatina in diverse città europee (Napoli, Madrid, Barcellona e Zurigo). La Calabria è una terrazza sul mare, un insieme di territori in grado di racchiudere, simbolicamente, quasi tutte le aree della Penisola: litorali, colline e montagne per colori, paesaggi e culture differenti e dal fascino antico, facilmente fruibili e difficili da dimenticare. Avviato il 3 maggio scorso, al programma 2014 hanno preso parte Sarah, Fifi, Anna Maria, Ben, Leah, Marie Claire, Margarita, Ryan, Sy, Alexis, Emma, Claire, Tara, Colbi, Deandra, Amy, Megan, Kayla, Madison, Cassandra, Jessica, Mackenzie, Kelley, Kalyn, Paisley, Molly, Yutong, Lydia, Rachel, Albert, Lanni, Lui e Sunday.

Gaspare Stumpo

Data: 09 giugno 2014.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Nella foto: la comitiva americana ospite delle famiglie della frazione Orsara di Marzi (Cosenza) dopo una escursione sul Fiume Savuto. 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com