Sbragia: “conoscere l’Italia osservando come la gente vive”. Parla il docente della University Of Washington di Seattle

IL PROFESSOR Albert Sbragia ha mostrato grande entusiasmo al termine dell’esperienza 2014 di ‘Italian Studes Program in Italy’. Quattro anni addietro era dovuto tornare anzitempo negli Stati Uniti per problemi familiari. Questa volta, assieme al collega docente Ruggero Taradel (che è anche un ottimo musicista) ha diretto (e portato a termine con soddisfazione) le attività legate alla permanenza in Italia dei trentatré studenti della University Of Washington di Seattle.

– Professore a chi è rivolto e in che consiste il progetto?
E’ rivolto a giovani impegnati nel primo o nel secondo anno di Lingua. Li portiamo cinque settimane a Roma e cinque settimane a Rogliano perché in questi posti, soprattutto in Calabria, hanno la possibilità di stare in famiglia e imparare come la gente vive e, naturalmente, migliorare le loro capacità linguistiche restando a contatto con le persone.

– Può trarre un bilancio dell’ultima esperienza?
Molto positiva. A Roma, la capitale dello Stato italiano, abbiamo visto tantissimi monumenti. Qui a Rogliano abbiamo avuto l’occasione di recarci su gran parte del territorio Cosentino con visite a Civita, Belvedere, Maierà, e conoscere questa bellissima regione poco visitata dagli americani.

– Perché il progetto di Rogliano coniuga bene ambiente, vacanza e studio?
Perché i ragazzi possono studiare in una sede molto attrezzata come la Casa delle Culture di Rogliano e, per quanto riguarda l’aspetto vacanze, vedere luoghi bellissimi e fare un po’ di mare compreso una gita di cinque giorni in Sicilia. Si tratta di una esperienza non solo in aula ma anche tra la gente e nella natura.

– Come si possono migliorare i particolari della programmazione e qual è il messaggio di Italian Studes in quello che potrebbe essere un impegno diverso da parte delle istituzioni?
Speriamo, in futuro, di stringere un accordo con l’Università della Calabria per offrire ai nostri studenti la possibilità di tornare in questa regione. Tuttavia, per noi è importante diffondere una immagine diversa della Calabria e dell’Italia Meridionale in generale sviluppando ulteriore sintonia tra Seattle, Università di Washington e il Savuto.

– In ultimo, professore, ci descrive le caratteristiche dell’Università di Washington?
Si tratta di una grandissima Università dello Stato di Washington che vanta quarantamila iscritti impegnati in tutte le materie, e un ottimo Ospedale. Per quanto riguarda gli studi di Italianistica di Italiano siamo molto fortunati in quanto abbiamo una sede a Roma, a Campo dei Fiori. Abbiamo diciotto programmi che permettono agli studenti di recarsi Italia per cui, possiamo dire, il legame tra noi e in vostro Paese è molto, molto forte.

– Professore grazie, buon lavoro e arrivederci al prossimo anno.

Gaspare Stumpo

Nella foto: i professori Albert Sbragia e Roger Taradel assieme ai sindaci di Rogliano, Giuseppe Gallo, e di Parenti, Donatella Deposito.

Data: 16 giugno 2014.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com