Ermanna Carci Greco: “la nomina a presidente della Fondazione Premio Sila è per me una grande gioia è una grande soddisfazione”

L’ESSERE stata nominata Presidente del Cda del Premio Sila’49 è per me una gioia e una soddisfazione grande. Ringrazio vivamente S.E. Monsignor Nunnari, il Professore Pisani Massamormile e l’Avv. Enzo Paolini per avermi dato l’opportunità non solo del governo di un importante e consolidato strumento di crescita culturale per la nostra Calabria, ma soprattutto per avermi ricondotto a Chi nella mia vita ha determinato il mio percorso politico, istituzionale, culturale e soprattutto affettivo. Giacomo Mancini era fermamente convinto che una regione come la Calabria necessitava di eventi e circostanze straordinarie fortemente legati alla crescita culturale, pre-condizione per un armonioso sviluppo economico. Nacquero “Il Giornale di Calabria”, il “Centro studi Pietro Mancini”, la Libreria Popolare Feltrinelli e il Premio Sila. Furono anni fecondi per la nostra terra, di grande vivacità culturale. Mancini ne era il protagonista e io ho avuto la fortuna di stargli accanto crescendo e imparando. Il Premio Sila ’49 è decollato, ha buone basi ed eccellenti protagonisti.  Io da qualche giorno sono accanto a loro con il mio entusiasmo e l’amore per la mia terra. Così, in una nota, il neo Presidente del Cda Premio Sila ’49, Ermanna Carci Greco.

Data: 21 luglio 2014.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com