Rogliano. Presentati i tredici bozzetti delle opere in concorso al primo Simposio di Scultura All’aperto

SONO stati presentati i tredici bozzetti delle opere in concorso al Simposio di Scultura in programma dal 18 al 24 agosto 2014 nel centro storico di Rogliano. Promosso dall’Associazione Culturale ‘Giuseppe Montoro’ e dal Comune in collaborazione con il Gruppo di Azione Locale Savuto (Gal) l’evento, ricordiamo, è rivolto ad artisti ed artigiani. Disegni e modelli sono stati aperti ed esposti, nelle scorse ore, alla presenza della Commissione di esperti composta (nella foto) da Amedeo Lico, architetto, presidente dell’Associazione organizzatrice, Tonino Sicoli, storico e critico d’arte, Franco Paletta, docente Cattedra di Plastica Ornamentale Accademia Belle Arti di Roma, Gabrio Celani, docente Urbanistica e Storia dell’Architettura Unical, Cinzia Nania, docente di Tecniche della Scultura Accademia Belle Arti di Catanzaro, Franco Cimino, docente Tecniche di Fonderia Accademia Belle Arti di Catanzaro, Anna Cipparrone, direttrice Museo delle Arti e dei Mestieri di Cosenza, Luigi Michele Perri, giornalista e scrittore, Cinzia Colacino, docente Disegno e Storia dell’Arte Istituto d’Istruzione Superiore ‘A. Guarasci’, Carmencita Talarico, responsabile settore Cultura del Comune di Rogliano, Francesco Arabia, architetto, scultore e mosaicista. “Non si tratta di una manifestazione fine a se stessa – ha spiegato l’architetto Lico. Il simposio è una grande occasione per la città. Un avvenimento di prestigio che da merito al genio degli antichi scalpellini e contribuisce ad arricchire il nostro patrimonio artistico”. La Prima Edizione del Simposio di Scultura all’Aperto ha ricevuto il patrocinio di Ministero dell’Istruzione, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Calabria, Accademia delle Arti di Catanzaro, Ordine degli Architetti e Club Unesco Cosenza. La manifestazione si terrà lungo Corso Umberto per sette giorni consecutivi, escluse le ore notturne, corredata da altri appuntamenti di carattere culturale. I partecipanti (architetti, scultori, diplomati e/o iscritti all’Accademia di belle Arti) creeranno la loro opera (lignea, lapidea, metallica) a tema libero, che alla fine verrà acquisita dalla stessa ‘Montoro’. Si pensa, infatti, alla realizzazione del Primo Museo Internazionale di Scultura all’Aperto (M.I.S.A.R.).

Gaspare Stumpo

Data: 10 agosto 2014.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com