Rogliano, i residenti di contrada ‘Cutura’ chiedono notizie sul progetto del ponte sul fiume Savuto

IN UNA LETTERA inviata alla Regione Calabria e al Comune di Rogliano, i rappresentanti del comitato ‘Cutura’ che fa capo ai residenti dell’area al confine con il territorio di Parenti, hanno chiesto notizie in merito alla richiesta di finanziamento circa la realizzazione di un ponte sul fiume Savuto in grado di risolvere la questione del transito da e per le frazioni Saliano e Melobuono durante la stagione invernale. Più volte, negli ultimi anni, l’incidenza delle piogge sulla portata del corso d’acqua ha costretto gli abitanti del luogo a percorsi alternativi anche lunghi, per raggiungere i centri urbani di riferimento e accedere a servizi primari come scuole e strutture sanitarie. Il problema resta legato alla piattaforma in cemento che separa le due sponde del Savuto sulla quale, fermo restando i dovuti divieti, diventa impossibile transitare durante la piena. Un contesto di grave disagio per la mobilità popolazioni e per la stessa economia locale. “Non siamo e non vogliamo essere considerati cittadini di serie B. Serve – hanno detto più volte gli interessati – maggiore attenzione per le persone che hanno deciso con coraggio di restare con le famiglie o, addirittura, investire facendo impresa sul posto”. I residenti delle contrade Cutura, Melobuono, Acqualatiglia, Spitalicchio, Poverella, Saliano e San Leo, nel febbraio scorso hanno rivendicato, infatti, una soluzione “che risolva una volta per tutte il gravoso problema, che – hanno ricordato – puntualmente crea grossi disagi non solo ai cittadini ma anche alle attività economiche e commerciali”. Da queste parti, ricordiamo, abitano piccoli imprenditori agricoli, professionisti, studenti ma soprattutto anziani e bambini. Tutti pretendono più sicurezza e una migliore qualità della vita. Diverse zone fluviali e rurali del comprensorio sono caratterizzate, infatti, da carenze legate alla condizione strutturale di strade e ferrovie o da situazioni di serio rischio idrogeologico. “Chiediamo agli organi competenti – si legge nella missiva del Comitato – un qualche intervento in merito, affinché si ottengano sollecitamente delle risposte. Tutto ciò, affinché fra qualche mese, ancora una volta alle porte dell’inverno, gli abitanti, gli artigiani e gli imprenditori della zona non debbano trovarsi nella medesima tragica situazione di isolamento e di enorme disagio che da anni si ripete ad ogni piena del fiume Savuto”. Per risolvere la situazione il Comune di Rogliano ha presentato alla Regione Calabria e alla Protezione Civile Nazionale un progetto per la realizzazione di un ponte con procedura di somma urgenza, per il quale ci sarebbe la possibilità di accedere a fondi europei attraverso l’Ente Regione. I residenti di contrada ‘Cutura’ vogliono conoscere lo stato della pratica.

Gaspare Stumpo

Data: 20 agosto 2014.

Nella foto: una piena del fiume Savuto con effetti sulla piattaforma in cemento situata al confine tra i territori di Rogliano e di Parenti.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com