Rogliano, concluso il ‘Primo Simposio di Scultura all’Aperto’. Gallo: “il centro storico come opportunità di sviluppo”

“IL CENTRO storico come opportunità di sviluppo”. L’argomento è stato affrontato durante l’iniziativa ‘Sulle tracce degli antichi sciardari per le vie di Rogliano ripartono l’arte e l’artigianato’ – organizzato nell’ambito del ‘Primo Simposio Internazionale di Scultura all’Aperto’ (nella foto). “Puntare sul centro storico e sul patrimonio artistico e paesaggistico – ha spiegato il sindaco Giuseppe Gallo – significa creare potenziali occasioni di crescita e di lavoro per i giovani e per le realtà produttive della nostra Comunità”. Città d’arte per la presenza di portali ed altari monumentali frutto dell’ingegno e delle capacità di maestranze che operarono a partire dal XVII° secolo, la Città del Savuto ha ospitato – dal 18 al 24 agosto 2014 – uno degli eventi culturali più importanti dell’estate calabrese. Obiettivo del progetto curato e realizzato dall’Associazione Culturale ‘Giuseppe Montoro’ (presidente: Amedeo Lico) oltre al recupero e alla promozione della Memoria, è la creazione di un museo apertolo, il primo, dedicato agli scalpellini e agli intagliatori roglianesi. Promossa in collaborazione con il Comune di Rogliano e il Gal Savuto, la Prima Edizione del Simposio di Scultura all’Aperto ha ricevuto, ricordiamo, il patrocinio di Ministero dell’Istruzione, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Calabria, Accademia delle Arti di Catanzaro, Ordine degli Architetti e Club Unesco Cosenza.

Data: 29 agosto 2014.

Fonte: Comune di Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com