Manifestazione dei precari Lsu-Lpu promossa dall’USB, tensione a Reggio Calabria davanti al palazzo del Consiglio regionale

E’ in corso di svolgimento a Reggio Calabria la manifestazione dei lavoratori Lsu-Lpu organizzata dalla USB Calabria.

Alcune centinaia di persone hanno infatti raccolto l’invito a gridare la rabbia in piazza, per il mancato rispetto delle tante promesse fatte sia a livello nazionale che regionale e si sono riunite sotto il palazzo della Giunta regionale.

Momenti di tensione si sono verificati quando i lavoratori hanno effettuato un copioso lancio di uova verso la classe politica dalle quale sono stati presi in giro e abbandonati e quando la polizia ha provato a reagire sono volati spintoni. Successivamente le forze dell’ordine hanno minacciato di arrestare i dirigenti di USB se fosse continuata quella modalità di protesta!?!?!

Una prima delegazione è stata già ricevuta dal Capo di Gabinetto Crupi, il quale ha fissato un incontro in mattinata con la Presidente della Giunta facente funzioni Stasi, per cui ora i lavoratori sono in attesa che una delegazione entri a discutere con lei.

USB Calabria, ha deciso, nel frattempo, di lanciare una provocazione rivolta non solo ai 5.000 Lsu-Lpu, ma a tutti i lavoratori in mobilità, ai cassintegrati, ai disoccupati, con l’iniziativa della raccolta delle schede elettorali in tutta la Calabria, che saranno poi scaricate, come sacchi di immondizia, davanti il palazzo del Governo.

Se i circa 28.000 lavoratori accetteranno di aderire all’iniziativa di USB, la politica regionale subirà uno smacco senza precedenti.

LAVORATORI PRECARI, CASSINTEGRATI, LAVORATORI IN MOBILITA’ IN DEROGA, DISOCCUPATI, RACCOGLIETE ASSIEME A NOI LE SCHEDE ELETTORALI ED ORGANIZZIAMO INSIEME LA CONSEGNA A QUESTA POLITICA CHE CI RIFIUTA!

Data: 11 settembre 2014.

Fonte: USB – Federazione Regionale Calabria.

AGGIORNAMENTO

SI E’ APPENA concluso l’incontro alla regione tra la delegazione dei lavoratori, la USB ed il consiglio regionale. Dopo una lunga discussione, tutto il consiglio, maggioranza ed opposizione, ha votato all’unanimità, davanti a noi, un ordine del giorno con l’autorizzazione alla Giunta regionale a sforare il patto di stabilità per poter pagare così i lavoratori LSU-LPU. E’ un grande risultato, anche se ben lontano dall’obiettivo della stabilizzazione, ed è la dimostrazione che solo la lotta senza compromessi, portata avanti dalla USB, può portare a risultati concreti. Ora sta alla Giunta regionale concretizzare quanto deciso dal Consiglio.

Resta, tuttavia, in piedi l’iniziativa proposta da USB, di raccogliere le schede elettorali e fare un’azione eclatante tutti insieme.

Data: 11 settembre 2014.

Fonte: USB – Federazione Regionale Calabria.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com