Rogliano. Al via, tra mille difficoltà, la stagione calcistica 2014-2015. Mancano strutture e risorse

PARTE la stagione dell’ASD Rogliano Calcio 1948. Programma ed organigramma sono stati presentati nei giorni scorsi a Marzi alla presenza di addetti ai lavori e tifosi. Come avviene da più tempo, ormai, la Società guidata da Pasquale Altomare è decisa a indirizzare risorse (poche per la verità) ed energie sul settore giovanile. E’ rappresentato dai giovani, infatti, l’elemento su cui ha deciso di puntare la dirigenza rossonera. “Non solo – ha spiegato il presidente – per un fatto sportivo”. Anche quest’anno, dunque, il sodalizio roglianese ha scelto di fornire sostegno al mondo dei calciatori in erba affidandone la cura a tecnici competenti e di provata esperienza. I Giovani Amici e Pulcini saranno seguiti da Antonello Caputo, gli Esordienti da Giancarlo Citino, i Giovanissimi e gli Allievi da Gaspare Amato e Franco Alessio. Il gruppo potrà contare sull’apporto di Davide Basile, ex bandiera del calcio locale. La gestione della prima squadra, che milita nel girone cosentino del Campionato di Seconda Categoria Calabraese, è stata assegnata infine al duo di allenatori composto da Pasquale Altomare (omonimo del presidente) e Francesco Grimaldi. Coordinati dal vice presidente Francesco Cozza, i calciatori, la maggior parte del posto o reduci da altre esperienze, testeranno la formula dell’autogestione finanziaria. A Rogliano, ricordiamo, ai successi degli Anni Settanta e Ottanta, è seguito un periodo di costante declino calcistico dovuto alla mancanza di progettualità e, soprattutto, di finanziamenti. La situazione è precipitata con l’alienazione del vecchio stadio ‘Giuliani’ e l’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo impianto la cui ultimazione appare oggi in forte ritardo. Un contesto che ha portato ad una sorta di diaspora sportiva sia per quanto riguarda il numero degli atleti, sia per quanto riguarda l’organizzazione e la gestione delle attività sociali. Una mancanza di riferimenti logistici per questo comparto che ha provocato un sensibile dispendio di economie con cifre che sfiorano i 50 mila euro solo negli ultimi anni. Pochi soldi, quindi, ma anche tanta indifferenza da parte di chi fa impresa nella zona ma preferisce investire o garantire fondi in altre realtà. “Le attività dell’ADS Rogliano – hanno fatto sapere gli interessati – si svolgeranno presso il campo sportivo di Marzi e all’interno del palazzetto dello sport di Rogliano”.

Gaspare Stumpo

Data: 20 settembre 2014.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com