Rogliano, boom di iscrizioni al ‘Guarasci-Marconi’ per il corso serale legato al conseguimento della qualifica IPAI

UNA SOCIETÀ’ che tende allo sviluppo non può prescindere dalla conoscenza, dal rispetto delle regole e dalla innovazione. In un contesto socio, economico e culturale proteso verso la modernità la scuola rappresenta un luogo di istruzione e di integrazione sociale ma anche il punto d’incontro tra formazione e mondo del lavoro. La mission dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Guarasci-Marconi’ è quella di garantire percorsi didattici compatibili con le richieste di una società di tipo europeo e con le stesse dinamiche territoriali. A Rogliano, infatti, l’avvio di un corso serale per il conseguimento della qualifica di ‘Operatore in apparati impianti e servizi tecnici industriali civili’ e, successivamente, del diploma di maturità ‘Tecnico in apparati impianti e servizi tecnici industriali’ – è già un successo. Circa sessanta iscritti, giovani e meno giovani, impegnati nella fase propedeutica a quello che rappresenta il passaggio alla classe III^ per l’ottenimento del titolo di studio riconosciuto dal Miur. Un progetto voluto dal dirigente scolastico Maria Rosa De Rose e attuato grazie all’impegno di un gruppo molto motivato di insegnanti, che dà l’opportunità ad ex studenti del diurno e professionisti, tra i quali diversi addetti di aziende meccaniche, di completare il ciclo di studi, di perfezionare il bagaglio di conoscenze e di integrare il proprio curriculum. Gli allievi (nella foto) frequentano la sede roglianese dell’IIS sulla base di 26 ore settimanali caratterizzate da lezioni in aula di Italiano, Storia, Matematica, Inglese (materie curriculari), Elettronica, Sistemi, Laboratorio tecnologico e Meccanica (materie professionalizzanti). La componente docenti è composta da Leonardo Falbo, Antonio Galdini, Marcello Geraci, Vincenzo Mazzotti, Elena Mazzulla, Vincenzo Quintieri e Giovanni Silletta. L’entusiasmo che si è creato intorno alla proposta del ‘Guarasci-Marconi’ rappresentata dal boom di iscrizioni e dall’interesse per le materie trattate, premia la qualità del progetto, la passione e, soprattutto, l’impegno dei professori. Una grande opportunità per l’area del sud Cosentino che per molti degli aspiranti tecnici, oltre alle motivazioni legate all’impegno scolastico ha già il sapore del riscatto umano e professionale.

Gaspare Stumpo

Data: 17 ottobre 2014.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com