Meteo Calabria. Da giovedì freddo su tutta la regione. Prime spolverate di neve in Sila, su Pollino e Aspromonte

DOPO L’ANOMALA fase calda che ha monopolizzato la parte centrale del mese di ottobre, l’autunno vuole riacquistare il suo ruolo di comando, ma lo farà in maniera anomala, con una veloce quanto pungente ondata di freddo, dalle caratteristiche quasi invernali, con venti sostenuti di tramontana e prime spolverate di neve su Sila, Pollino e Aspromonte.

Una goccia di aria fredda in quota sta infatti distaccandosi dal ramo islandese del vortice polare, ormai pienamente formato a tutte le quote. L’alta pressione azzorriana, innalzatasi di latitudine e incurvata in maniera anomala a causa di una depressione posta in prossimità delle isole Azzorre, favorirà il veloce scivolamento della suddetta goccia fredda lungo Gran Bretagna, europa centrale, sin verso balcani e Grecia, dove, nella giornata di giovedì, si genererà una bassa pressione al suolo con minimo di 995-1000 hPa che influenzerà anche la nostra regione sulla quale, pertanto, le condizioni meteo sono destinate a cambiare repentinamente

Martedì 21: cieli poco o parzialmente nuvoloso per nubi basse da ovest, con possibilità di deboli e isolate precipitazioni su catena costiera cosentina, vibonese e reggino tirrenico. Temperature stazionarie, ancora sopra media, con valori oscillanti, le minime, tra gli 11° delle zone interne vallive (come Cosenza) e i 17° delle zone costiere, mentre le massime, tra i 20° di Vibo Valentia e i 25° di Crotone.

Mercoledì 21: l’approssimarsi della goccia fredda attiverà venti da ovest forti, con cieli molto nuvolosi e piogge sparse su quasi tutta la regione, anche se saranno colpiti maggiormente i versanti tirrenici. Durante la giornata si verificherà il primo importante abbassamento delle temperature, sia ad opera della maggiore copertura nuvolosa e delle piogge, sia ad opera dello sconfinamento dell’isoterma 9° a 1400 m s.l.m. Le temperature pertanto, saranno in calo ovunque di circa 4°-5° rispetto a martedì, riportandosi in media. Prime nevicate in tarda serata su Pollino oltre i 1600-1700 m slm. Mari molto mosso il tirreno, mosso lo Ionio.

Giovedì 22: invece, la goccia fredda si posizionerà sulle nostre teste con valori di -25° a 5500 m slm: i venti ruoteranno da nord, quindi tramontana molto forte con cieli parzialmente nuvolosi e piogge sparse su versanti orientali della regione, vibonese e reggino tirrenico. Spruzzate di neve nella notte su Pollino oltre i 1400 m slm, e Sila oltre i 1600 m slm. Durante la giornata la quota neve si attesterà sui 1400-1500 m slm del Pollino, 1500-1600 m slm della Sila, oltre i 1600 m slm dell’Aspromonte. Temperature molto basse per il periodo, con valori massimi che si attesteranno sui 13° di Vibo Valentia, 15° di Cosenza e Catanzaro, 17° di Crotone e i 18° di Reggio Calabria. Temperature minime che, nelle zone interne vallive, potrebbero scendere anche intorno ai 7°. Mari: molto mosso il tirreno cosentino, agitato altrove; ionio agitato ovunque al largo e dinanzi coste del crotonese, molto mosso altrove.

Data: 20 ottobre 2014.

Fonte: cosenzameteo.it

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com