Rogliano, inaugurato il Circolo di Rifondazione Comunista. Presentato anche il libro ‘Call Center la morte delle parole’

“IL CIRCOLO di Rifondazione comunista Savuto-Rogliano ha inaugurato la nuova sede con una iniziativa (nella foto) che si è svolta sabato scorso, nella sala consiliare del Comune di Rogliano, parlando di call center e di lotta alla precarietà.  Attraverso la presentazione del libro “Call Center la morte delle parole. Sfruttamento, alienazione e conflitto”, assieme alla coautrice del libro Micaela Filice, al segretario provinciale del Prc Francesco Saccomanno, a Mario Pescatore dell’Unione Sindacale di Base (tutti candidati alle prossime elezioni regionali nelle liste dell’Altra Calabria) ed al segretario regionale di Rifondazione Comunista Pino Scarpelli, è stato esplorato e scandagliato quell’universo di individualismo e sfruttamento che è il mondo dei call center, denunciando le responsabilità politiche e sociali e proponendo delle soluzioni concrete. La crisi economica provocata dalla finanziarizzazione ha generato un esercito di lavoratori precari e ricattabili, costretti ad accettare qualsiasi forma di lavoro per sfuggire alla miseria e alle difficoltà economiche; così come il modello di società impostoci da interessi di pochi ha generato delle forme di disgregazione sociale e si devastazione territoriale dei nostri comuni. Basterebbero un serio piano del lavoro ed un reddito di cittadinanza, così come quello che esiste in quasi tutti i paesi europei, per invertire la rotta! Il circolo Savuto-Rogliano ha inoltre sottolineato la necessità di recuperare il patrimonio storico e politico che il Prc aveva nel Savuto e che è stato rovinosamente disperso nel corso degli anni. Nel corso del dibattito è anche emersa da più parti la necessità di costruire un grande soggetto della sinistra, democratico e plurale, rafforzando l’esperienza della lista Tsipras, rispetto alla quale il progetto de “l’Altra Calabria” si pone in piena continuità. Al termine dell’iniziativa gli iscritti del Prc Savuto Rogliano insieme a tanti compagni e cittadini hanno festeggiato l’apertura della nuova sede con una cena sociale, augurandosi che con l’impegno e l’azione politica possa iniziare una stagione di lotta e di riscatto per i lavoro. D’ora in poi a Rogliano è disponibile una casa del popolo in cui fare politica, costruire resistenze e partecipazione democratica”.

Data: 22 ottobre 2014.

Fonte: Circolo della Rifondazione Comunista – Rogliano (Cosenza).

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com