A Mangone la Prima Giornata Ecologica. I cittadini si organizzano e puliscono l’area industriale di Piano Lago

IL CLUB Rossoblù ‘Merenda’ ha organizzato, domenica scorsa, la ‘Prima Giornata Ecologica Mangone’. L’iniziativa (nella foto) si è svolta all’interno dell’area industriale di Piano Lago grazie alla presenza di un folto gruppo di cittadini che in poche ore ha raccolto una grande quantità di rifiuti lungo le strade di servizio, non lontano dai capannoni. Materiale plastico, vecchie suppellettili, pneumatici, apparecchiature elettroniche in disuso, vetro e spazzatura di ogni genere che si trovava celata tra l’erba altra o all’interno delle cunette. Oggetti che andavano stoccati in discariche controllate e che invece sono stati occultati all’aperto e tra la vegetazione. Uno spettacolo indecoroso per una zona che dovrebbe essere curata con interventi programmati a cadenza ordinaria che non necessitano di grandi investimenti ma di semplice attenzione e manutenzione. Il comparto (139 ettari di superficie di cui quasi 90 destinati a lotti industriali ricadente nei Comuni di Mangone e Figline Vegliaturo, a 15 chilometri da Cosenza) è gestito, ricordiamo, dal consorzio di sviluppo denominato Asi. La proposta dei volontari mangonesi a cui hanno aderito persone residenti anche in altre Comunità della vallata, il Comune e l’associazione Asd Dojo Judo, ha rappresentato un segnale importante per la tutela dell’ambiente e il miglioramento della qualità della vita sul territorio “Tutti – hanno fatto sapere i promotori – possiamo trasformarci in cittadini migliori e stimolare i nostri colleghi, i vicini di casa e le istituzioni a fare altrettanto. L’idea di base è sensibilizzare all’amore per le nostre città, andando a correggere una delle abitudini più sgradevoli: buttare per terra i rifiuti”. Un fenomeno, quest’ultimo, frutto delle cattive abitudini, in aumento dopo l’istituzione del servizio di raccolta differenziata, che rischia di provocare la dispersione di sostanze pericolose con potenziali conseguenze sulla salute della popolazione. Alla giornata ecologica hanno preso parte intere famiglie: padri, madri e bambini che, guanti ed attrezzi alla mano, si sono dati da fare lanciando un bel messaggio di civismo e di attenzione verso l’ambiente. L’immondizia è stata raccolta e trasportata su mezzi comunali per essere conferita in discarica. Sempre per quanto riguarda la gestione e la differenziazione dei Rsu, sabato scorso a Paterno Calabro è stata inaugurata una piattaforma di selezione con annesso impianto di lombricoltura. Il progetto, che ha previsto la bonifica e l’adeguamento del sito ospitante, è stato voluto dall’Amministrazione guidata dal sindaco Lucia Papaianni.

Gaspare Stumpo

Data: 31 ottobre 2014.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com