Rogliano, al via le celebrazioni in onore dell’Immacolata Concezione. Accesso il tradizionale falò di inizio novenario

A ROGLIANO le novene di Santa Lucia e dell’Immacolata precedono quella del Santo Natale. Anche quest’anno l’inizio dei riti in onore della Patrona è stato caratterizzato dall’accensione della ‘focera’ (e da un momento di convivialità) nelle immediate vicinanze del Duomo. Seguita alla celebrazione eucaristica, l’iniziativa ha segnato la presenza di moltissimi cittadini tra i quali gli scouts dell’Agesci che, come da tradizione, hanno rinnovato la promessa, quindi l’appartenenza al Movimento. L’accensione del falò (nella foto e nel video) è parte integrante della Memoria. Un tempo caratterizzava una buona parte del centro storico. Cataste di legna venivano allestite e arse nelle piazze e negli slarghi la sera del 29 novembre. Oggi, invece, l’usanza è limitata al solo quartiere ‘Spani’ prossimo alla chiesa di San Pietro. La devozione alla Immacolata Concezione è legata, ricordiamo, al voto solenne con il quale i roglianesi hanno affidato la città alla Madonna. Un culto molto sentito, istituzionalizzato nel corso dei secoli a partire dalla proclamazione della Vergine ‘Patrona e Regina’ della città. Curate da don Santo Borrelli e don Luigi Loricchio, le funzioni religiose si tengono alle ore 6 del mattino e alle ore 18 di sera, l’animazione (parrocchia, famiglie, scuole) è curata, invece, dai Padri Francescani con il sostegno dell’associazione ‘La Via’. L’8 dicembre avverrà la consegne delle ‘Chiavi della Città’. Domenica scorsa, infine, è stato presentato il progetto di “Restauro e risanamento conservativo della Chiesa di San Pietro’ che prevede importanti lavori di sistemazione dell’antico edificio religioso.

Gaspare Stumpo

Data: 05 dicembre 2014.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com