Cellara, riaperta al culto la Chiesa di San Pietro. Cerimonia solenne dopo una attesa lunga quasi dieci anni

E’ STATA riaperta al culto, nei giorni scorsi, la Chiesa di San Pietro in Cellara. L’edificio religioso era rimasto chiuso, in maniera definitiva, dall’anno 2005 per le conseguenze del terremoto del 18 ottobre 2001 che nel Cosentino, ricordiamo, aveva provocato ingenti danni soprattutto all’interno dei centri storici. In questi anni la struttura è stata sottoposta a lavori di consolidamento con fondi ministeriali. Un periodo più o meno lungo che la popolazione ha vissuto con trepidazione considerate anche le polemiche legate alla burocrazia. Situata a margine del centro storico, oltre ad essere un bene di natura storica ed artistica, la chiesa di San Pietro è considerata un patrimonio di natura affettiva per tutti i cellaresi. Alla cerimonia (nella foto) alla quale è seguita, nell’ambito del rito liturgico, la consacrazione dell’altare da parte dell’arcivescovo di Cosenza-Bignano, mons. Salvatore Nunnari, hanno partecipato il parroco don Antonello De Luca, i sacerdoti della zona, il sindaco Mario Caferro, i giovani dell’oratorio ‘don Teofanio Pedretti’ e moltissimi fedeli. Il restauro di tipo conservativo ha permesso di mettere in sicurezza la chiesa mantenendo inalterate le caratteristiche architettoniche della stessa. Un giorno importante per Cellara da collocare nelle pagine più importanti della storia di questa piccola ma sensibile Comunità della Valle del Savuto.

Gaspare Stumpo

Data: 30 dicembre 2014.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com