Pubblicato “Le più piccole del ‘68” di Elena Costa. E’ il primo romanzo dell’autrice calabrese

UN ROMANZO in cui si intrecciano le storie di Nerina, Stella e Fiorenza, tre operaie impegnate nella difesa del posto di lavoro in uno stabilimento manifatturiero della provincia romana. Si chiama “Le più piccole del ‘68” e porta la firma di Elena Costa, produttore creativo e story editor per fiction tv originario di Catanzaro. Le sue sono pagine di vita che testimoniano il coraggio di un gruppo di giovani donne decise a rivendicare con forza i propri diritti: il salario e condizioni di vita migliori. E’ il giugno del 1968. “Da domani non venite più. La fabbrica chiude”. All’annuncio shock del direttore segue la decisione delle impiegate di occupare l’azienda. Saranno giorni intensi e difficili in cui le protagoniste rifletteranno esternando emozioni e sogni, ma anche gesti di grande passione civile in un contesto storico contraddistinto da profondi mutamenti sociali e culturali. “Le più piccole del ‘68” è il primo racconto di Elena Costa. Il lavoro, che è disponibile in tutti i principali store on line, ha vinto il premio ‘loScrittore 2013’. Gli eventi che lo hanno ispirato sono ricostruiti in un documentario attualmente in fase di lavorazione. Lo stesso volume e la sua autrice sono stati scelti dallo IED – scuola internazionale di Design, Moda, Arti visive e Management – per due progetti di tesi in ambito di comunicazione multimediale.

Gaspare Stumpo

Data: 07.01.2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com