Rogliano, la Shoah raccontata dagli alunni del ‘Guarasci-Marconi’. Falbo: “la scuola baluardo di libertà e democrazia”

Rogliano, shoah ts“DA ROGLIANO siamo stati mandati via a Ferramonti dove ci hanno trattato discretamente. Però siamo andati a finire ad Auschwitz dove mio padre e mio fratello sono stati uccisi”. Scriveva così, in una lettera del 28 dicembre 2008, Thea Aschkenase Obarzanek, una cittadina polacca nata a Monaco di Baviera, internata nel Savuto dal 2 luglio al 6 agosto 1940, sopravvissuta all’Olocausto. Il testo, assieme ad altre testimonianze e  riferimenti sulla vicenda degli ebrei internati in provincia di Cosenza è contenuto in ‘Non solo Ferramonti’ – uno dei libri più interessanti della storiografia del Novecento in Calabria, scritto dal professor Leonardo Falbo. “Questa scuola – ha spiegato il docente – rappresenta un baluardo di democrazia e libertà in un territorio che ha saputo esprimere un alto grado di civiltà anche nel momento buio del nazifascismo”. Falbo ha plaudito alla rappresentazione sulla Shoah che si è tenuta presso la sede dell’istituto e nella sala del Consiglio comunale di Rogliano (nella foto) a cura degli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Guarasci-Marconi’. Una lezione alternativa incentrata su opere di più autori “per dare voce alla Memoria” – realizzata con il contributo dei professori Antonio Marasco, Cinzia Colacino e Anna Cerrigone. Un lavoro interessante per sottolineare, attraverso le parole, la musica e le immagini, il dramma di un popolo vittima della politica razziale la cui assurdità e brutalità non hanno avuto uguali nella storia contemporanea, che rischia di ripetersi a distanza di settant’anni. Oltre a Falbo, alla celebrazione del 27 gennaio hanno partecipato (e sono intervenuti) l’assessore alla Cultura, Antonio Simarco, la preside Maria Rosa De Rose, il professor Sergio Vizza e gli allievi del corso serale che nella stessa occasione hanno presentato la ‘Canzone del bambino nel vento’ di Francesco Guccini (guarda il video).

Gaspare Stumpo

Data: 07 febbraio 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com