“Il Santa Barbara è un ospedale normale”. Rogliano, il vice sindaco Giovanni Altomare replica a Marco Ambrogio

Giovanni ALTOMARE1“IL SANTA Barbara non è un circolo ricreativo o un capannone abbandonato ma un ospedale che funziona, che non ha mai avuto casi di malasanità”. Lo ha detto il vice sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare (nella foto), che in una nota delle scorse ore ha risposto alle dichiarazioni con cui il consigliere del Comune di Cosenza, Marco Ambrogio, ha manifestato dubbi circa il trasloco di alcuni servizi ospedalieri dal presidio ‘Mariano Santo’ al nosocomio del Savuto. Una presa di posizione, quella di Ambrogio, comune a quelle di altri esponenti politici e rappresentanti sindacali, apparse questi giorni forse troppo “cosenzocentriche” in rapporto alle condizioni strutturali in cui versano i plessi bruzi e allo stesso ‘Santa Barbara’ – stabilimento, quest’ultimo, già destinatario di interventi di adeguamento ed ammodernamento. “Contrariamente a quelle di Cosenza – ha ricordato infatti Altomare – l’ospedale di Rogliano vanta una sede perfettamente a norma, è tra i pochi, se non l’unico in provincia, ad avere il percorso sporco-pulito mentre in un sondaggio di una nota società demoscopica è risultato essere tra i migliori per quanto riguarda l’accoglienza alberghiera”. Nonostante la sopraggiunta incompatibilità tra operazioni di restyling e degenza e la conseguente scelta dei vertici dell’Azienda ospedaliera effettuata nell’interesse dell’utenza e delle professionalità del ‘Mariano Santo’– continuano, dunque, le resistenze circa il trasferimento, sebbene temporaneo, di cinque specialistiche all’interno del ‘Santa Barbara’. Da qui la reazione del vice sindaco. “Voglio tranquillizzare il mio amico Ambrogio – ha concluso pertanto Altomare – che i pazienti che saranno in cura a Rogliano non avranno certo un amaro destino”.

Gaspare Stumpo

Data: 24 marzo 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com