Anima Mundi, Lavinia Pinello ci conduce nei temi più profondi e ancestrali dell’essere umano *

Lavinia Pinello

* di Omar FALVO

OGGI abbiamo il piacere di avere come ospite una giovane scrittrice Siciliana: Lavinia Pinello (nella foto). Da qualche mese impegnata con il suo primo libro, Anima Mundi, straordinario e ricco di fascino. Cercheremo di capire dove nasce la sua passione per la scrittura e scopriremo insieme il suo Anima Mundi.

1) Salve, dove nasce la sua passione per la scrittura?
Lavinia: scrivere, per me, è stata la naturale conseguenza del leggere. Fin da piccolissima le mie “fiabe della buonanotte” sono state sì le fiabe sonore ma anche i grandi classici: Iliade ed Odissea narratemi da mio nonno mentre io lo ascoltavo incantata in culla sono bellissimi frammenti di memorie che non sono mai svaniti. Non appena ho imparato a leggere, ed ho imparato presto anche grazie al fatto che mia mamma fosse un’insegnante, mi sono letteralmente fiondata su ogni libro mi capitasse sotto tiro. Ma anche su “qualsiasi cosa fosse fatto per essere letto” a essere sinceri, indipendentemente dalla tematica o dalla difficoltà di lettura, con risultati anche comici, tipo quando ho fatto venie un “coccolone” al mio pediatra perché gli ho citato a memoria i primi versi dell’Inferno della Divina Commedia. Avevo circa 7 anni. Mettere per iscritto pensieri e parole era quasi un gioco, qualcosa che sgorgava naturalmente. Il dare forma a un pensiero era un modo ogni volta diverso di osservare il mondo attraverso i filtri dei sensi e delle emozioni, era, ed è tutt’oggi, un ulteriore e sempre nuovo mezzo di percezione e di espressione. È ovvio che col tempo i pensieri stessi si siano evoluti col crescere e il bagaglio che comporta, e che abbia sempre cercato di affinarmi nello stile e nell’esposizione dei concetti. Credo di avere ancora tanto lavoro da fare in questo senso, e che non smetterò mai di farlo.

2) Da circa due mesi è uscito il suo primo libro, un lavoro straordinario, quali sono i messaggi che vuole trasmettere? Ci parli di questo lavoro.

Lavinia: grazie per averlo apprezzato! Anima Mundi edito da Brigantia Editrice, è un libro che tramite un linguaggio alla portata di tutti, come quello favolistico, va a scavare nei temi più profondi e ancestrali dell’essere umano, quella Junghianamente chiamata “coscienza collettiva” utilizzando figure fortemente simboliche; lo scopo dell’andare a toccare queste corde è quello di operare una rinascita, una ri-presa di consapevolezza nel lettore destandone quindi la coscienza individuale. I temi trattati si snodano simbolicamente nel significato del numero tre, numero che indica l’individualità ma anche la continuità, l’unione. Basti pensare al concetto di trinità. Per questo motivo i tre racconti che compongono il libro hanno stile e ambientazioni diverse l’uno dall’altro, ciò che li accomuna e li lega in una dimensione di continuità sono i messaggi che tentano di trasmettere al lettore: nel primo “La via dell’Uomo” vi è la presa di coscienza dei valori di base quali l’amore, la pietà, la libertà, l’unione intesa come comunione, anche tra esseri diversi, in un linguaggio universale; nel secondo “La Freccia” troviamo il tema della scelta, dell’obiettivo da perseguire e raggiungere, del cambiamento che opera una distruzione e rinascita interiori. Tuttavia in questo secondo racconto abbiamo una chiusura verso ciò che è stato, abbiamo quella che è definibile “La morte degli dei” – ovvero la morte di tutto quel substrato di conoscenze e tradizioni che hanno fatto e fanno parte della storia dell’essere umano. Questo stato di cose viene superato, ponendo così una ulteriore evoluzione, nel terzo racconto, “Radici” , in cui è centrale il tema della memoria, poiché è solo attraverso la memoria delle proprie radici, individuali e collettive, che l’essere umano può avere una reale visione d’insieme del suo essere al mondo, che lo porta a muoversi in maniera sana all’interno del mondo e tra i suoi stessi simili in una prospettiva evoluzionistica e non di annichilimento personale e sfacelo di ciò che lo circonda. A sottolineare l’universalità di questi temi, si è scelto di fare tradurre i testi anche in lingua inglese, che fanno così di questo testo un libro in edizione multilingue (Italiano/Inglese)

3) Si definisca con un aggettivo.

Lavina: viva.

4) Progetti per il futuro? Dove vuole arrivare?

Lavinia: i progetti per il futuro sono molteplici e non tutti legati al mondo dell’editoria. Sicuramente ci saranno altri libri su cui sto già lavorando, con temi e strutture diverse da Anima Mundi, ma parallelamente sto portando avanti la mia formazione e i miei progetti come psicologa. Due strade parallele che non si escludono a vicenda. Dove voglio arrivare? Beh… ho appena iniziato a camminare! La meta è un’idea … prenderà forma nei passi a venire.

Complimenti. E buon lavoro.

Data: 25 maggio 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com