Rogliano, al via le celebrazioni per il ‘Centenario della Grande Guerra’. La Città ricorda i suoi novantacinque Caduti

Rogliano, Centenario4UNA SERIE di iniziative per celebrare la memoria e costruire un futuro di pace. Sono queste le motivazioni che hanno spinto l’Amministrazione comunale di Rogliano alla creazione di un Comitato di intellettuali per la stesura di un programma di manifestazioni in occasione dei cento anni della Grande Guerra (1915-1918). L’evento ha preso il via nella mattinata di ieri (nei giorni scorsi, ndr). All’alzabandiera (nella foto e nel video) in piazza sono seguiti il silenzio davanti al monumento che ricorda i Caduti, quindi una funzione religiosa nella chiesa di San Domenico. Vi hanno partecipato il vice sindaco Giovanni Altomare (assente il sindaco per sopraggiunti impegni familiari), i rappresentanti della Giunta e del Consiglio comunale, il vice prefetto Massimo Mariani, il comandante della Compagnia Carabinieri di Rogliano, Giovanni Caruso, il comandante di Stazione Adriano Lorelli, altri militari, il sacerdote don Santo Borrelli, esponenti del mondo della politica e della cultura, docenti, alunni delle scuole e cittadini. La cerimonia è proseguita nella sala consiliare con la presentazione del calendario di appuntamenti che include convegni, mostre, proiezioni di film e video-documenti. Il primo conflitto mondiale ha prodotto un tributo di sangue elevatissimo per una intera generazione di giovani e conseguenze drastiche sul piano economico e sociale. Una pagina drammatica della storia d’Italia che ha segnato la vita di migliaia di civili e militari e tra quest’ultimi l’esistenza di circa ventimila calabresi. Giovani strappati alle famiglie molti dei quali non fecero più ritorno alle loro case e ai loro affetti. La portata in termini di morte e sofferenze di quella che fu la “inutile strage” è stata rappresentata dal professor Eugenio Maria Gallo. Un momento intenso curato dal giornalista Ferdinando Perri ha riguardato, infine, la lettura dei nomi relativi a novantacinque Caduti roglianesi. Perri, ricordiamo, assieme allo stesso Eugenio Maria Gallo, è tra i componenti del Comitato per il Centenario che include anche i professori Carmela Oliveti, Mario Mazzei, Leonardo Falbo e Ciro Servillo. Le celebrazioni organizzate per il Centenario della Grande Guerra proseguiranno il 30 maggio e il 12 giugno prossimi. Per l’occasione il tricolore realizzato nel corso dei festeggiamenti dell’Unità d’Italia è stato ricollocato sulla facciata del municipio a cura dell’associazione di Protezione Civile ’Città di Rogliano’.

Gaspare Stumpo

Data: 29 maggio 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com